페이지 이미지
PDF

Musica gli operanti ricevono seralm non

cquivoche testimonianze del pubblico

aggradimento. Nella prima si distin guono ed ottergono i più lusinghieri applausi l'Attrice Elisabetta Marchionni, e gli attori Antonio Belloni, e Carlo Catani, ed è stato pure accolto con generale gradimento il noto attore Pietro Andolfati, al cui primo comparire diede il pubblico la maggior prova di sensibile, ed amoresa accoglienza. Quanto alla musica riceve sempre i meritati applausi la rinomata Cantante Rosa Prosperi; come pure il p. mezzo Caratt. Federigo Fedi, in generale poi ciascheduno agisce con zelo, e premura, nell'adempimento de'respettivi doveri talchè riportano quel desiderato compenso, ch' è la mercede più stimabile per i seguaci delle bell'Atti. PisA 2. Gennajo. Il Governo Toscano, che fino del dì 2 Dicembre scaduto si compiacque ordinare la riapertura dell' Università di Pisa, avendo preso in considerazione che i Collegiali Sapientini non poss sono nel corrente anno scolastico godere nel Collegio di Sapienza il posto come vi hanno goduto in passato, con suo Decreto del primo Gennajo stante ha provvidamente ordinato che a ciascuno degli Studenti che godono del benefizio pel posto suddetto siano pagati scudi sei al mese, nel tempo delle lezioni del corrente anno scolastico. BRESCIA 29 Dicembre . Il passo del Mincio è un fatto de' più gloriosi, nella storia della presente guerra: L'Armata d'Italia ha gareggiato con quella del Rene, ed armbedue vanno del pari nelle loro vittoriose operazioni. Si accennò il detto passaggio con brevità nello scorso fo

glio ; le circostanze meritano che se

ne dia una più estesa notizia . – I Tedeschi avendo preveduto che i Repubblicani volevano tentare il passo del Fiume, si postarono alla difesa, aven do guarnite le sponde con circa 4o. pezzi di artig' eria. L'ala di itra comandata dal General Dupont, sostenu

ta da una divisione del General Sai chet, e da un corpo di Cavalleria, attaccò il nemico alla Volta il dì 23 per forzare da quella parte e gettare i ponti ; la battaglia fu sanguinosa, ma i Granatieri seguitati da Guastatori varcarono francamente il fiume a nuoto, mentre le altre truppe battevano le diverse posizioni: quasi tutta la giornata durò il fiero combattimento ; verso la sera gli Austriaci dovettero abbandonare i posti, e cedere il campo lascia ado inclusive molti attrezzi, de' quali i Francesi se ne servirono per formare un ponte. Passato il Fiume si riaccese la battaglia, la cavalleria nemica urtò la vanguardia Francese, e siccome solo questa con una divisione della sinistra erasi avanzata, dovette un poco retrocedere; ma riordinatasi ne seguì un azione delle più micidiali ; in tanto il Mincio era passata da porzione dell' Armata del centro, rinforzando i suoi che combattevano circondati da ogni parte: i ridotti ai fianco di Peschiera facevano pure un fuoco vivissimo ; Valeggio fu preso e ripreso; come ancora tutte le posizioni trincerate del Fiume dovettero superarsi colla bajonetta: La battaglia durò fino a notte avanzata ; finalti e rre la bravura de Repubblicani superò qualunque ostacolo ; il campo restò a Francesi; furono fatti 5 mila prigionieri presi 2o cannoni, e diverse bandiere. Il nemico dovette ritirarsi verso l'Adige e sotto Verona, avendo perduto ne' diversi combattimenti succeduti sir o al 26. da 15 mila uomini fra morti, feriti, e prigionieri, e 25 pezzi di cannene. Dopo questi fatti l'Armata proseguì le sue vittorie: al Borghetto gli Austriaci opposero una forte resistenza, e si difesero cenalcuni pezzi d' artiglieria ; ma dovettero poi arrendersi prigionieri in numero di 9ce, uomini – Abbiamo in questo momento la not.zia di altra Battaglia e che gl' Imperiali sono in piena rotta; si dice che il Generale in capite dell'Armata Tedesca Bellegarde sia stato ferito; e

[graphic]
[blocks in formation]

ritirata in un accampamento trincerato da ogni parte, nelle pianure di Verona; i Repubblicani l' attaccarono da tutti i lati in un sol tempo; il fuoco fu vivissimo, e l'ardore fu grande da ana parte e dall'altra; dopo lungo contrasto riescì però a Repubblicani di sloggiare il nemico, e d'impadronirsi del campe di battaglia: furono presi 12 Ridotti, circa 1oo pezzi di artiglieria, Io. mila prigionieri, e 6 bandiere, restando il suolo coperto di morti e feriti. Molti corpi Tedeschi rimasti quà e là si arrendono di mano in mano. Fra i feriti giunse quì ieri sera il primo Aiutante di Campo del General Bellegarde, e morì poco dopo: noi pure si è fatta la perdita fra i diversi Usiziali, del Gen. Delton. Le posizioni della nostra Armata sono le seguenti: i posti avanzati si trovano a S Lucia ; le due Divisioni Vatrin e Monnier occupano la dritta davanti Dossobono; altre due Divisiori di riserva del Gen. Michoud, scno più in la di Dosscbono ; Suchet è a Castelnuovo, e Delmas a Bostrengo e Gussolergo, e il Gen. Pollacco Denorouw ky è incaricato dell' assedio di Peschiera. Vi è grande speranza che in breve possiamo essere a Verona, i nemici si sono ritirati tutti dietro all' Adige. Sappiamo inoltre che una Divisione di Macdonald è discesa a Salò; -

un'altra è davanti al Tonale, trattenuta dalle altissime nevi ; e la terza di Baraguey è sopra Bergamo, la Rocca d'Anfo è in poter de Repubblicani, è la Divisione Rochambeau è a Riva , e minaccia Roveredo . In questo momento arriva un Corriere dell' Armata del Reno cona notizia di una nuova vittoria ripertata sopra i Tedeschi: io mi a prigionieri crano stati fatti da Francesi prima che fosse spedito, ed assicura che si avanzavano per lungo tratto di paese nell' Austria. MILANo 33 D cenere, La valorosa armata di Brune, dal punto cae ha aperta la campagna, conta tante vittorie, quanti sono i giorni che ella combatte: attendiamo da un nomente all'altro di sentire che il preledato Generale in capite sia entrato in Verona , sapendosi che dopo le accadure battaglie, e l avere scacciato il nemico di là dall' Adige, egli si era avanzato sin sotto le mura di detta Citta, gia quasi abbandonata dagli Austriaci. Intanto l'Amministraziene Dipartimentale ha ordinato con suo Proclama, che la gioia universale acconaPagni questi gloriosi avvenimenti: di mani sarà cantato solenne le Ds un nel Duomo, vero a distribuito un sus. sidio a poveri infermi, e nella sera vi sarà Festa di ballo gratis. Continui sono i rinforzi che riceve l' Armata d' Italia, ultimamente giunse una brigata, e sono arrivati de' Distaccamenti sdi cavalleria e d'infanteria: grande pai è il numero de prigionieri venuti da Brescia, di dove se ne aspettano de grossi Corpi. . Vi è nctizia giunta da Parigi per via straordinaria, che la Flotta Francese di Brest è escita da quel Porto, insieme con la Flotta Spagnuola, con molte truppe da sbarco. G R A N - B R E T T A G N A - LoNDRA Io. Dicembre. La nuvola che si formava da lungo tempo nel Nord, è sul punto di scoppiare sulle nostre teste: il momento di esaminare i privilegi delle Poten

[ocr errors]

ze neutrali è stato accellerito dalle risoluzioni del G binetto di Pietroburgo; e quì non si dubita più che quello di Berlino non entri in questa lega straordinaria, il cui scopo, o almeno le conseguenze ci chiuderanno tutti i Porti

dell' Europa, fuori che quelli di Lisbo

ina e di Costa rinopoli : è probabile che un cangiamento così funesto per le cir. costanze, ce ne recherà uno più gio. vevole nella condotta dei nostri Ministri. ( Questo paragrafo è estratto dal figlio ministerale il Times: il medesino ci dà ancora i dettagli delle se dute della Camera de' Comuni; esse di. vengono ora molto importanti perchè sigua dano i grandi oggetti della pace e della guerra . – Nell' adunanza del dì I il Sig. Sheridan fece un quadro della situazione dell' Inghilterra, e delle sue alleanze; in seguito si aggirò sugli affari dell'Egitto, e sulla con venzione firmata con K per rigettano de su Ministri tutto il torto e le conseguenze funeste dalla rottura di quei sta convenzione: il Sig. Simeridan parlò ancora della negoziazione aperta colla Repubblica Francese per un trattato di Pace: e sebbene applaudì alla negativa data sull'armistizio marittimo, co. me misura contraria all' onore ed agl' intercssi della nazione, si espresse ne' termini della più forte disapprovazione sulla maniera colla quale questa Negoziazione era stata condotta da Mi nistri: l'Oratore terminò col dire, che una buona pace non poteva esser conclusa dal Ministero attuale, e iadicò il Signor Fox come la persona la più capace per così grand opera, e per stabilire la costituzione su suoi veri fondamenti: egli concluse col proporre un indirizzo al Re per pregare S M di prevalersi di tutte le occasioni per fare una pronta ed onorevole pace, e di non sanzionare verun altro nuovo impegno che si opponesse ad un tal fi ne: – Il Sig Windham Segretario di guerra rispose al Sig Sheridan, e dopo aver dichiarato che non seguiva l' onorevole o nelle sue digressioni, ri-. dusse i sua lunga orazione a questa

- -- - - - - - -

[blocks in formation]

Nella seduta del dì 4: il Sig. Jones fece altra mozione relativa alla guerra, nella quale disse che i soli Ministri e gli Agiotori avevano potuto trovarvi il loro conto ; e dimostrò, eb e si pagavano annualmente più di 6oo. mila lire a degli ausiliari stranieri, senza contare i sussidi che la nazione paga a diversi Governi dell'Europa . , La guerra, esclamò, è un principio di vita pe provveditori e di morte pe' proprietari; pare che i primi vogliano continuarla finchè non resti a secondi che un pezzo di pane secco da ammollire colle loro la grine. , Il Sig Jones esaminò in seguito la tassa del poveri, fece un lungo elogio della pazienza del popole, e terminò la sua veemen.te orazione col domandare, che S. MAfosse umilmente supplicata di non prestare più orecchia a consigli del Ministri attuali che hanno messa la Gran Brettagna sull' orlo della sua perdita. – A questo discorso non fu replicato, ma la mozione essendo stata posta a' voti, non ottenne che tredici suffragi. Nella notte scorsa, il Sig. Scott, uno de' Messaggeri di S. M è stato spedito con Dispacci a Vienna , ed un altro espresso ha inviato il Governo all'Armata Austriaca. – E' qui giunto il Barone d' Erensward Mini

[graphic]
[graphic]
[graphic]
[graphic]

sini, di Svezia: egli è incaricato dal suo Governo di fare delle rimostranze al nostro, suli insulto fatco alla Bandiera Svedese nel Porto di Barcello Ra . Sono stati spediti tra Cotter , i miglior velieri che abbiamo, per andare in cerca della nostra flotta mercantile che si rende nel Baltico, ad oggetto di farla rientrare ne' nestri Porci: si spera che la troveranno a temP ; in caso diverso sarebbe uno de' maggiori danni, poichè questa è una delle più ricche Flotte che il nostro dommercio abbia fatte partire pel Balitico - G R A N – R U S S I A PIE raoBURGo 18 Novembre. Nel dì 2. corrente giunse alla Corte Imperiale il Principe de Calmucchi coi gran Lama, o sia il loro prin: cipal Vescovo, ed un illustre seguito: questi soggetti hanno avuto l'onore di cssere ammessi all' udienza di S. M. imp. per prestare il giaramento di fedeltà: l' I. M. S. gli ricevè sotto il trono, permesse lore di baciarle la mano, e dette al Principe un piccolo bascon di comando: quindi il Consigliere intimo Kostoptschin consegnè a medesimi le Patenti Imperiali , ed il Consigliere intimo Laschkaren presentò al primo de Gellongis un casco ed una corazza ; dopo di che facesdo le dovute inch nazioni, escirono dall' udienza. Sentesi che per ordine del Governo sono stati sigillati in tutti i Porti della Russia, tutti i magazzini ne'quali si trovano delle mercanz e spettanti agl' nglesi; ed è stato intimato a preprietari di presentare una nota esatta e elettagliata di tali mercanzie. G E R MA A N I A ViENNA 13 Dicembre . S. M. l'Impera ore aveva prefisso di portarsi in persona alla grande Armata prima dell' apertura della Campagna, e g à erano partiti diversi equipaggi Impe ali: una leggera indisposi: 'one so, avvenuta alla M. S. I la trattenne dall' esecuzione di detta gi.

ta: essendosi quindi ristabilita ha intrapreso un altro breve viaggio, e giovedì scorso, la M. S I unitamente a S. M. l'Imperatrice, la Regina di Napoli, le LL. AA. RR il Granduca e Granduchessa di Toscana, e l'Arciduca Antonio, partirono alla volta di Esterhary per vedere sfilare la nuova Armata Ungarese. MoNaco I 5 Dicembre. La condotta del Gen. Moreau le spiega benissimo da politici, dopo si accadute circostanze : essi rilevano che egli cercò di troncare le comunicazioni dell'Arciduca Giovanni col Tirolo, spingendo la sua ala dritta al di là di Wasserburgo: questa è la stessa manuv a con la quale tagliò all' apertura della campagna l' Armata di Kray dal Voralberg: oggi come allora il suo progetto è di forzare gli Austriaci a gettarsi dall' altra parte del Danubio. Il dì primo Dicembre la sua linea era appresso a poco parallela all' Tan ; il 2. era parallela al Danubio: in quel giorno l'ala dritta della sua Armata si era appoggiata sul Chiem-See; il centro ad Haag, e la sinistra sull' Iser: questo cangiamento pare che abbia avuto par causa I. Il disegno di tagliare gli Austtiaci nel Tirolo ; 2. L' imprevviso arrivo del Conte di Klenau, che veniva da Ratisbona. 3 L' altro arrivo dell' Arciduca Ferdinando che veniva da Braunau : la vigorosa diversione opposta da Klenau, fu in qualche maniera un colpo da disperato ; roa preso alle spalle dal Gen. Celaud, dopo un ostinata difesa, fu costretto a fare un giro, lasciando sul campo delle centinaia di morti e prigionieri. Quanto al Corpo del Gen. Simbschea si tratterne troppo ne contorni di Bamberga e questo ritardo lo messe in mezzo alle Divisioni Souham e Colaud, talchè fu tagliato fuori e non potette agire. SALIsee Roo 18 Dicembre . e Dopo la battaglia del dì 3 l'Armata Imperiale si ritirò di quà dall' Inn verso la Salza, non rimanendo al di là del fiume che le guarnigioni di e colle pistole ; non vi è

Multdorff e Wasserburgo: no queste vennero abbandonate nel dì Io e le truppe si riunirono al Corpo principale . Il seguente giorno giunse quì l'Ar. ciduca Giovanni col suo stato maggiore, e l' Armata si accampò alle due sponde della Salza, formando un semicerchio, appoggiandosi da un lato all' Uternsberg e dall' altro al Plain, berg I Francesi proseguendo la loro marcia attaccarono il 12. i posti avanzati dell' Argnata Austriaca , nella seta si videro quì giugnere del feriti, e dalle disposizioni si rilevò che i tedeschi si disponevano a sostenere la presa posiziono , difatti il giorno dopo, l' ala sinistra dell' Armata Imperiale si oppose col maggior vigore a Francesi, che cercavano di sloggiarla da una gola di montagna; il cannoneggiamento durò fino a notte avanzata, e gli Au stria ci si mantannero nel loro posti; ma il dì 14 fu la giornata decisiva e sanguinosa : alle ore 8. della mattina le due intere Armate erano alle mani

facendo un fuoco terribile da ambe le

parti, tanto di artiglieria che di moschetteria: i dragoni a cavallo, i cacciatori, e la cavalleria leggiera sì Austriaci che Francesi erano mescolati al fuoco, e si battevano colla scia bla è memoria di una simil tragedia: la battaglia fino mezzogiorno, fu favorevole per gli Aur

striaci: essi sostennero sul primo il fus

co dell' ala dritta Francese, poi l' at

[blocks in formation]

furono vani, avanzandosi sempre i F. 1, cesi, e retrocedendo gli Au tria a Una tai circostanza di bigò per: nto l' Arciduca ad ordinare che l' Arma a si ritirasse verso l' Austria non pass ndo per questa Città, ma bensì sul ponte di barche gettato sulla Salza al confine del sobborgo Muhln : a ore 4 cominciò il tragitto dell' Infanteria, con cannoni e convogli , protetti da alcuni pezzi di artiglieria, e da vari distaccamenti a cavallo, in ordine di guerra: l' Armata prese la strada di Lintz e proseguì tutta la notte a marciare senza essere inquietata. Il campo di battaglia rimase coperto di soldati uccisi, di semivivi, di cavalli e di attrezzi militari : è impossibile di valutare la perdita da una parte e dall'altra: sappiamo bensì, che l' armata Imperiale era forte di 55 mila uomini, e che perirono degl' interi squadroni di cavalleria ; fra morti si trovano molti uo fiziali Inglesi e fra questi il Colonnello Bing. – La mattina del 15, l'Armata Repubblicana si avanzava verso Salisburgo ; fu perciò spedita una Leputazione al Campo Francese, che venne gentilmente accolta dal Vincitore: intanto proseguì la marcia delle truppe che attraversarono la Citta: dopo le ore 3 pomeridiane comparve il Generale in capite Moreau, e in compagnia del General Desolles andò ad alloggiare nella Residenza Arcivescovile: il comaado della Piazza fu conferito al General di brigata Durot, che fece pubblicare il seguente Proclerna. ,, Abitanti di Salisburgo. L'ostinata battaglia or ora succeduta sotto le vostre mura , vi ha mostrato lo

[blocks in formation]
« 이전계속 »