페이지 이미지
PDF

'...

fe tcfuefro pure farà per mancargli.

rVfpvità così tetre hanno commofTa' qualunque pei fona , ma particolarmente 1' animo pietofo della M. S., che , dopo aver feriamente penfato a quan-' to era necefTkrio ha dati ordini i più: premuro!! , e ripari i più pronti fief recare il neccfTa'riò , foccorfo a quelle1 geriti dcfolate» Quindi è che jermatti" na fui far del giorno il Marefciallò D: Francefco Pignuttelli feortato daóo. uomini a cavallo è partito Con autorità afTbluta, portando feco 100. mila ducati , che la M. S. gli hi fatti confegnare*; unitamente a molti cariaggi di viveri , tende, ed abiti per folleVare qrjégl' infelici , che fon reftati' fuperltiti '. Égli è Irato preceduto da d*uc Corrieri all' effetto di ordinare i cavalli alle" refpettive polle. Parimente due perfdne a ciò deflinatc fonofi incamminati alla volta di Palermo, retando a quél Vice-Re ordini preffanti , relativàmente alle cure da prenderfi in tali citcoltanze; ed ultimamente poi fi fó1 no incamminati dodici corrieri in viti luoghi, t,utti con irruzioni, e provvedimenti in follievo di quei poveri difgraziati abitanti . Finalmente il Ré hà comandato, che Mano porti in ordine tutti i Reali basimenti, i quali frovvilti di tutto ciò, che può efTerfc bifognevole facciano vela a quella volta .■ fopra di effi faranno trafportati per lavorare in quel che occorrerà quelli condannati alla galera' con la paga ti' un carlino al' giorno, e con accordar Toro _ la diminuzione della pena

Tutti i Teatri , gli fpettacoli, le mafcherc , ed ogni divertimento del Carnevale è flato immediatamente proibi* ), ed ordinata una cfp'o'fizipne geneile in tutte le Chìefé , ciTendofi injmincìat'o ancora un Triduo a S. Cen~-o, a cui concorre immenfo popolo.

clobbiamo-prcTtar fede' a tutte le nèflin che continuamente qiià giungono fi racconta , che circa 200. fiino i pnefi che in tutto , o in. parte fono rimarli diflrutti, narrandoli di più , che attefa la quantità dell' olio, che fi è perduta in sì funefla congiuntura » un 'v^.o fiume di' queftò fi è veduto fcorrere per quelle defolate contrade. I

[ocr errors]

Principi feudatari poi fono flati configliati dal noflro Sovrano a rimctreifi ai loro feudi , nort Tanto per notiziare efattamente la M. S. del fucceflo , quanto ancora per dare r pofsibili provvedimeriti.

Un Rea 1 Difpaccio emanato giorni fono dimoftra abballanza quanto fi è accennato in altri fogli riguardo al dill'apore tra la Corte , e il nuovo Cardinale Arcivefcovo. Il medefìmoèdel feguente tenore, diretto ai Segretario della R. Camer».

„ I T O proporlo al Re due Condrite di coteRi Real Camera, P una della data del di 9. del paffuto gennajo, in cui èrtala di f enti mento di non doverfi deferire alla dimanda del Vefeovo di Uggento di rilafciarglifi i frutti maturati nel tempo della vacanza di quella Chiefa Vefcovile, dovendo tali frutti, i cjuati- fi hanno da riguardare come il patrimonio de' veri poveri , andare in benefizio del Monte Frumentario , che fecondo la legge del di 17. di ottobre dell' anno 17S1. per ajuto, e per follievo de' poveri fu fondata; e 1' altra della data del di 22. dello fleffo mefe di gennajo , nella quale per oppofito ha opinato, che poffa il novello Cardinale Arcivefcovo di quefia Capitale meritare la grazia di rflafciargliu. i frutti maturati in tempo della1 vacanza dedottine i peli, e le fpefo necelTarie. Nel tempo fleiTo g't ho fatto prefente- Un ricotfo dell' Avvocato del Monrc Frumentirlo fimile alP altro umiliato nelle Reali mani, il quale con fode ragioni fi è oppoflo alla dimanda fatta in nome del Cardinale Arcivefcavo, avendo tra le altre cofe fpecialmente dedotto , che i Miniftri della Chiefa non cominciano ad avere alcun dritto fu' beni della médefima [ per efleme però folt.mto alimentati] fe' noa che cominciano ad operare . Or flicorno S. M. ha trovato ragionevole un tal ricorfo, cosi in fentendo il tenore delle due Confulte fi è non poco maravigliata; poiché ha veduto, che coteffa Real C.-mera in un medefimo afflino tra l'intervallo di pochi giorni ha proporlo due fentimemi diverfi . Quindi non ha bfeiato di lodare il primo per averlo trovato regolate, e conforme alla legge, fenza che fi folle avuto alena riguardo alle circcfi.mze efpofte dal Vcfcovo di Uggento del difpendio fofterto per viaggi, epe? infermità con poca fper.in/a di rmfrancaifene a cagione di fua età avanzata . Ma per lo contrario ha molto difapprovato il fecondo , col quale nel tirnpb fleffo, che alla legge fi controviene, fi deturpa ancora la buona idea, che fi ha del Prelato, facendolo comparire coti interefsato , che voglia pure per fe la porzione, che tacca a' poveri. „

„ Tanto di com nJo della M. S. referivo a VS. per inre11ig»nj;. di cotefla R. Carnea . „

Palazzi il primo Fcbhrajo 1783.

Carlo Demarco.

[ocr errors][graphic]
[ocr errors]
[graphic]
[ocr errors]

Qf GAZZETTA UNIVERSALE*Q

Ml/m. 17. SABATO x. Marzo. I783.

PORTOGALLO

Li Suova 18. Gennajo .

Sui Aiaefti la Regina. c tutta la Rc-al Famiglia , che conti* nuano j& 'Auro feggiorno nella deliziosa villeggiatura di Salvaterra , godono una perfetta faIute , e lì divertono alla caccia (<0 • Sabato vi fi porterà anche l* Infante Don Giovanni, il quale ha terminata felicemente la fua convalelcenza .

Si fente che in breve farà pubblicato colle {lampe un R.Decrctu. per mezto del quale verranno ammetti in avvenire in quello Porto rutti i battimenti con bandiera Americana.

Continuano i malviventi ad infettare le iliade, le quali fi rendono di giorno in giorno femprepiù mal iìcure, particolarmente in tempo di notte, jet Y altro dai medefimi furono aflalfina•c 4. perfone , e dipoi u ce ile. Si attribuire il motivo à un tal difordine a permettere il libero rngreflb ad ogni qualità di perfone ertere, la maggior parte o vagabonde , o cftliare dai propri Paefi per divertì delitti .' ;: . Nelli f cor li giorni arrivò un Cor» ricrc llraordinatio a quello Ambalciacoi ili Francia procedente da Parigi con Difpacti dell ultima importanza» finora s' ignora il contenuto dei medefimi, quantunque fi credano relativi alla conchiufa pace.

S * A G N Al *\ ■■<•■ Madkio 11. Febbrajo. E' (laro fpedito un efpreflì» a Cadice con Difpacci per il Conte d' fcfti

[«] Da ciò fi rileva efier falfo quanto fa riprovarci itferito (tidiverte Gsizcttt 01t:amcntar!t r.e!ta dita di Lenirà .

ing , i quali fi dice, che gì* ingiunchi no di ritornare prontamente in quella Capitale, per ripartir quindi a Parigi. In quanto alla Squadra Francefeche era lotto i fuoi ordini, e che li trova tuttora nel fuddetto Porto , fi vuole che alcuni Vafcelli di linea anderanno a ila7Ìonar(ì a Tolone, e che gli altri fi metteranno alla vela per ritornare a Breft , e a" Rochefort.

Le nuove fparte in erteti fogli full* abolizione di quello Tribunale del S. Ufizio fono del tutto prive di fondamento , poiché quello Inquifitor Generale gode la lolita protezione della Corte , ove fpeflo fi porta, particolarmente nei giorni di baciamano, e gaWc Ultimamente il medefimo pubblicò uni Lettera efortativa , colla quale infìnua al pòpolo d' aftenerfi nella ftagione corrente dai divertimenti fcandalofi de) Carnevale. T FRANCIA Parigi Ii. Febbrajo. Si parla fortemente'i che il Due* «le- la Vauguion farà fatto Mrniftro degli affari elleri, e che il Conte di Vecgennes ìaràinalzaro alla dignità)d*Duca , e di Prelìdentc del Conlìgi io , xott' autorità e funzioni di primo Mi mitra. £gH aderto gode di tutta 1* acquiftata gloria , per avere condotta art un fine er*l felice la bramata pace; non-cori però è ^accaduto in tngbitterta dove, i ■Capi dei1K"-amminiftr*?ìoiie' («ho pubblictmept« biartmati. iNonotlante bifot gna confettare , che le tre Pottnle bti'ligcrtnti' avestìi ■'t**v «ftftft&e'' ' uguale a ihinirli per impedire , che il non pattarle in maro

- Ai

Jl aitrc nazioni, e fpecìalmente poi per la formidabile alleanza del Nord, che minaccia li definizione dell' Impero Ortomanna.

Regna 1' unione la più Oretta tra il Sig. Franklin, e il Sig. Fit'herberr, i quali convivono femore infieme. Si dice che il.Conte di Vergcnnes abbia inlinuato al primo di quelli Miniftri, the fe mai il Congreflb fi allontanane dal fentiero, che gli deve moftrare la riconofcenza, la Francia avèa mezzi coìì ficuri di farlo ravvedere , come ne avea rrovati per aflìcurare la fua efiftenza fovrana. Era per "altro fidile da prevederli che la Gran-Brcttagni impiegherebbe tutti i modi poffi ili per rindenntzzarlì delle perdite fitte con un Trattato di commercio , e di amicizia . Si sì chs queft' oggetto fari il primo fu dicui fi occuperanno i Membri dal Parla;neiito_ Britannico, .e fi crede , che riulcirannp le loro mire, attefa la conformità dei coitami, e del linguaggio.

Gli Americani hanno ottenuto il permeilo di fabbricarli una Chiefa a Baionna nella Guafc.igna , e goderanno in quella Città, c Tuoi dillretti del pubblico efercuio di loro Religione. Si aflìcura , che in correfperteviri fii fiato accordato lo ftelfo diritto ai Cattolici, che fi trovano nel continente d' America.

Si vuole, che fi a fui tappeto un Trattato, non folamsnre di alleanza , ma antìbra di commercio tra la noftra Córte, e quella d'Inghilterra; che nel medeflmo fi flipulerà 1*. abolizione' delle impofizioQ» » e fomme , che fi paga-* a no per i vini di Francia rrafportai«i in Inghilterra, e che conterrà ancora varj latticeli fegreti dell' ultima importanza* i .

ScrivonO;da Bordò, c da altri Por■ ti , che i.prezzi dello zucchero , e caffè •'Vi erano molto ribaltati , dopo effervi 'giunto il certo avvlfq della conciala -ipace. Qui- fi crede • che fuccederà 1' ifie/To di molti altri generi di prima neceflità . ...

Il Re di Svezia intento Tempre ad aumentare il commercio e la navigazione <e' fuvi fuddiiì, non ha punt»

trafcurat.i la prefente occasione, poiché la Jm. S. è fiato il primo fra tutte le' Potenze d' Europa a proporre unTrattato àlli Stati Uniti d' America, il quale fu firmato il dì j. in quella Capitale dai Mioillri refpcttivi.

Trovandoli il Re negli fcorli giorni ne contorni di S. Germano in Laye pochi momenti prima della rati» fica degli articoli riguardmri la pace, uua folla di contadini, e di donne riconobbero la M. S. e lo circondar no efclamando Viva il Re. Il Monarca fi mollrò fenùbiliifimo alle dimoftraiio» ni di tenerezza di quella buona gente , e bramando di fai' nota la fua foddhfa^ione , accennò colla mano che tacellero , e fi degnò di dire: lo vi ringrazio , e vi annunzio la face: Vìi po' tele'pubblicare che il Re è quelli ebe v; l' ha partecipata . Il popolo intenerito feguirò il Monarca ricolmandolodi benedizioni, avendo avuto il contento di udire.per tutta la ftrada èli applault, e le voci di gioji replicate dai filoi luddiri ; ed appena ritornato a Verfaglies dille alla Regina, che non fi era mai travato nella miglior compagnia, » in uua almeno cbt gli avefje dato maggior piacere . GRAN -B. RETTA GNA Londra 7. Febbrajo. Il Conte di MouHier Minifiro Plenipotenziario di Francia pre'Tb la noftra Corte fu p-efentato jer 1' altro al Re dal Sig. Gerard di Rayneval "fuo prciecellòre, che fe ne ritorna a Parigi. Neil' ifleiro giorno Lord Mountfiuart figlio del Conte di Bute ritornato da Torino, fece dei ringraziamenti al Re per e!Fere fiato nominato Ambafeiatore alla Corte di Madrid . Il Marchefe di Carmarthen , che underl a rifedere a quella di Vefatjlìcs coli* iitefio carattere fi difpone alla partenza.

Ieri entrò nel Tamigi , e fece la fua dichiarazione alla Dogana un legno con bandiera Americana. Quelrò battimento il, primo , che apre il commercio degli Americani, come Stati In lipendenti, fi nomina il Btdftrt comandato dal Capitan Morris procedente ii Nanrucket con carico d' olio , e altri proietti. Era deftinat* per Ottenda.,,

[graphic]

liofa difefa di «juella Piazza falanntl ricompenfati o con danaio , o con distinzioni militari. P A E S I - B A SS I Haya 14. Febbrajo .: Il Corriere giunto ultimamente da^ Parigi coli' avvifo della fottoferiziouc dell' armiitizio tra la Gran-Brettagna, e la Repubblica era incaricato di-nuove afficurazioni del Gabinetto di V'ei;làglics che S. M. Criirianifs non cefferebbe d'impiegare i fuoi buoni uificj nelle negoziazioni attuali. Jer l'aiti» giunfe parimente un efpreflfo per parte dei Com.miflarj della Compagnia dell' Indie Orientali , i quali fi trovano in Francia. In conl'eguenza fi è radunata un' Affemblea di 17. Direttori della medefima Compagnia . Qualunque pelfa efler 1' e/ito di tali negoziazioni, i lavori fi continuano con maggiore attiviti in tutti i Cantieri dell' Ammiragliato per rimettere la nofba marina in uno fiato rifpcttabile .

Il Sig. di MarkofF Inviato Straordinario di Ruffia riceve ne' giorni Scori! un Corriere da Pietroburgo . Per mezzo del mede fimo fi è Saputo, che. il .Principe di Gallitzin Suo predecefibre elfendofi Stufaio d' accettare il pollo d' Inviato alla Corte di Sardegna era fiato nominato il Principe d' YoufloupotF per portarli in fuo luogo a Torino. GERMANIA Vienna 17. Febbrajo. Jeri Domenica oltre i confueti Spettacoli ai Teatri ec. vi fu alla Sala del Ridotto ballo in maSchera per il pubblico , che è durato lino a giorno . Benché la notte feorfa fia fiata affai fredda ellendo caduta molta neve, ciò non ottante il numero delle mafehere intervenutevi fi Sente edere arrivato-fino a 1500. comprefivi per altro i /pitti aoo. biglietti, che S. M. fa diftrij»uire all' Ufizialità , e Guardie Nobili. Nel coi fo del prefente Carnevale "il. detto ballò Segue Solamente una volta la Settimana, e non due come negli anni Scorfi , poiché nel mercoledì l'.AoabaSciator di Spagna dà ordinariamente una fimil fefta a proprie SpeSe , e pcr.conSéguenza la Sala del Ridotto maliche-, rehbc di concolf».

efi.m

L'cfempio del noftro Mon-irca nell' ammettere i Proteftanti ai diritti di Cictjdinan7a in quelli felicitimi Stari, ha fvegUara 1* emulazione anche nclP Elettore di Magonza, che ha ordinato a tutti i Governi da elio dipendenti, di dover permettere in avvenire ai Proteftanri un fimil diritto» e P accedo nelle fcuole degli Artigiani Cattolici d* Eichsfeld, di dove erano in prima efclufi.

Viene cl'attimenre adempito l'ordine Sovnno , che i giovani Frati debbano (Indiare la Teologia in quella Univerfitì . Fa un affai vaga comparii la mefcolanza dei Secolari con ogni forra di' Cappucci, che frequentano le pubbliche lezioni. Per neceflaria confeguenza della moderna iftruzione , gli (rudenti Regolati adottano dottrine, e fentenze differenti da quelle profetate dai loro Seniori, anzi guflando il l'ale dei recenti critici libri, non vanno più d* accordo con i loro Superiori , dai quali vengono perciò puniri. Quindi è, che in quello Convento de' Cappuccini inforfe ultimamente un tumulto così ferio > che ha data occasione ad una vifita generale fattavi per ordine Cefireo.

Sappiamo dalla parte della Bofnia , che quel Governatore avendo ultimamente ordinata la prigionia di divedi Capi di forufciti , che com-; mettevano vari delitti , e ladroneggi negli Stati confinanti, adeflò ne abbia fatti impalar cinque, e pofcia mandate le tette in regalo a chi meritava una cale lodJisfazione

Colle ultime lettere di Trielle abbiamo incefo , che P Inviato di Marocca fi trova coli alquanto incomodato di la Iute , enendou dovuto l'are un* emillìone di fangue, ma quanto prima farà in Irato di rimetterfi in viaggio a quella volta . In tempo di fua malattia egli ha ricevute diverfe vifire da molti diftirìti perfonaggi, fra' quali da Monfignor ' Vefcovo, che fu accolto con quel'rifperto dovuto al' fno Minittero . Dopo che farà qui giunto, e che avrà avute le fue udienze dall' Imperatore, fi iffiam, che la M. Svintraprenderà il divilato giro nelP Ungheria , e Croazia, vietando le Piazze frontiere , e iA- Cardoae delle truppe che è

fui Confini, e per vedcreun gran

di nuova invenzione , cne il Irà a mente costruendo tra la Orava » va , e il Danubio, il qual Ponte viri non folamente di comodo pei gli abitanti, ma ancora per il pali delle truppe da un luogo all' alrro dette Frontiere.

La fpedizione d" attrezzi mi di ogni fpecte fi continova con la follecitudine febbene non in q quantità come nello feorfo mele . te fono le vaci e le congetture , tuttora fi fanno relativamente a q preparativi, e fe fi deve prefrar a qualche pubblico foglio fi vuole, per mezzo di un Mani tetto in b faranno tatte note varie antiche tendoni, che ha quella Corte co la Porta Ottomanna. La Cala d' ftria riacquifterà il poffetTo di Bei do, di Niffa , di Viddim , e in g< rate di tutte le Piazze , e Forti di dal Danubio fino alla Varna r che è lontana più che 50 leghe da Cefi tinopoli . Oltre a rutto quello tee ir da Varfavia , che a Lemòerg', e a 1 btto vi era generale la voce che la IV davia , la Vallaccbia, la Crimea , » BefTarabia venivano minacciate da c fiderabili cambiamenti, anche pri del fine di queft' anno . Inranto corpo di truppe Ruffe già fi ritrova cantami dell ultima di dette Prov eie per agire in calo di bifogno, « pretende che tutti i cannoni, che 1 trafporttti per il Danubio, fieno < flinati n guarnire le Fortezze che; rio fulle Puzze di Frontiera. Qua runque per parte del Divano fempn facciano dei maneggiati per evitare p che Ma poflitnle una rottura, i Mir Uri della legge mlpirano continuamei te dei Pentimenti di vendetta al Popol e ai Giannizzeri, per lo che è molto pr babile , che per tal motivo polla fufe tarli la guerra.

ITALI A
Mtlano ai. Febbrajo.

Saa Maeftà P Imperatore hvtnt fempre a felicitare i fuoi Stati ha pr« fe le più la-ggie mifure per p ?vemr i cattivi effetti, che derivano dalla vi ra aziofà • vagabonda dei covi Jcrt Balofi, che infettano la cainpag.ii

« 이전계속 »