페이지 이미지
PDF
[graphic][ocr errors]

f?4 - - A: il loro motivo, cioè: a dire P eppreftione , che gli neceflita, è più grave , e più palpabile: ove viene abbandonato almeno per lungo tempo fenza libri, fenza carta, fenza comunicazione con chiccheflTa, al tormento d' ignorare ciò, che fuccede al di fuori, ciò che diventa l.i fua famiglia, le fue foflanze , il fuo onore, é di che * dato accufato, e di che farà incolpato, e qua! forte gli 6 riferbi ; tormento, che nella folitudine fenza alcuna fpeeie di drflrazione, rende ad ogni minuto le punture più vive, c fa fenfatione più profonda: ove non ha altra cautela della Scurezza della fua vita , che la delicatezza de1 fuoi cuftodi, i quali malgrado ,V infeena d' onore che portano ai loro abiti, effendo capaci a forza di denaro d' avvilirfi fino a renderli, in villa <T un ordine arbitrario,infami fatelliti, non repugnerebbero fenza dubbio ai incaricarli d' un mìniftero più vile ancora, e più barbaro, fe folle efatto dai medefimi cpll' ifleffo titolo: ove in quella maniera può ragionevolmente vedere la morte in ógni alimento , die gli vien dato: ove ogni volta che fi apre la fua porta, lo Arido lugubre dei chiaviftelli che la chiudono può fembrargli il precurfore d* una temenza di morte , e il legnale dell' arrivo dei mutoli deflinati ad efeguirla; fenza che il fentimento della fua innocenza, oV equità del Prmoipe fìa per lui un motivo di tranquillità , poiche la prima forprefa può efler teguitara danna feconda, avendoli l'opra la fua vita il medefimo diritto, che Copra 'a fua liberta; giacche le tnedefime mani che fi predano ai aflaffinarlo moralmente mille volte il giorno in virtù d'una lettera di Sigillo, non rifiuterebbero fentà dùbbio ad ucciderlo fiscamente una volta in virtù della medafima autorità; e perchè in un luogo ove tutto e dolore e tniRero , non vi fono attentati che non poffano edere «ommefli e n»> (colli coli' iflefla facilita-, ove fe cenferva la fra fallite, ella non è che un maggior fupplialio , poiché- la fua fendbilità e più viva, • le tue privazioni più dolorofe; fe effa foccombe. Come accade qu.afi giornalmente, il regolamento «Iella cafa, ebe punio non cambia lo abbandona -fenza foccorfo, e fenza confolazione all' orribile idea, che non puole «fuggire: ove deve abbandonare la fua sfortunata famiglia, mettere, in «ompromefla la fua memoria : ove la fue cene- _: fagli u

ri rimarranno private

ri dalla tenerezza degli ogge-ti che ho perduri: Ove il fuo fina farà forte ignorato, c la fua confott*, i fuoi figli trsfcurati faranno ancora «lei voti, e degli sforzi per la fua liberazione, lungo tempo dopo, che là tomba in cui <è flato fepolto vivente Jjìù non conferverà che le fua oda fcarnite . Se un fim i quadro fi trovane nei viaggi di Coolce, e «teli* Ammiraglie Anfon, quale imp'eflione non produrebbe egli? Non fyenderebhamo noi il Pittore per un impoftore, oppure col confolarci di vivere in paeli elenti

«fa una limite fdrvitù, nrw conc^pirebnsmo dlrprèzzo mefcol.no> d' orrore per un govet cosi barbaro, e per una nazione cosi avvili Ohimè! quello è quel'o della Bafliglìd ; e qu to è ancora al difetto della verità! Quant difficile 1' efprimere quelli tormenti dell' anin quelle convulfioni prolungate, quell' aconia p perua , che rende eterni i dolori della mor fenza mai far fentire il ripofe ; finalmente teciò che i Carcerieri della Bnfli/li» pedono foffrire , è quel che nell'uno può dipingere!

V Autore' entra in feguito nel dettagli: fpiegazione dei ri ve rat tratti., che formane, quadro dnrótàtore che na dipinto . H primo ticolo del Codice dei mutoli di quel Calteli il miflero il più impenetrabile, a fegao d' pedire .ai parenti, e amici «lei carcerato di pere dove è, ne fe più elide . Il Sig. Linguct ferifee a quella propofito, che quantunque i abbia mai lai cinta la EaJkgUa, il Governat ha fovente giurato alle perfone, che domand no la perimtlione di vederlo fuOa parola d' nere , e full* fede di gemifaomo, ebepiùnor fi trovava, e che non era (lato che 8. giorni. „ dito domandarlo, foggiuage egli, quale è 1' cgj to di quella mendicata incertezza, in cai fi laici; intiero pubblico, gli amaci, la famiglia , rigu do all' efiftenza fifica deiruomo , che è flato 1 rapito} ciò non può efiere per facilitare i m zi di convincerlo, e di afl,ci:care il fuo gjfìi; imperciocché primieramente qticft' atto clan ■ftino piente aggiunge a quelli che fi hanne altronde,.o .per compilare il fuo procedo per terminare il fuo gaftigo , fe è (lata pron ziata la fentenza; fecondariameirte il mio cf< pio prova t che la Safti/ilia nafeonde fove degli uomini, a' quali .non lei .mente non ti v far procedo , ma a* quali non fi può fare, e q Hi fono precifamente quelli, la di cui innoc za li alletta maggiormente di ofeurare. 1 C beri, che guardano la porta di quedo Infe per moltiplicare, e raffinarne i tormenti , ba confeff.i'o al Sig. Linguet » che il regolarne di quel luogo età ci predarne nte iftituito prr s nare la anime , e per rendere la vita più di Secondo le mire , dice egli, del fondatore niitivo , quella fpaventevole politica aveva oggetto , ed età di disfarti fenza rumore c! gito di quelli uomiai , per. afUffinare i qua Bcja avrebbe ricufatq il. fuo njefliero . . • , Ma Luigi XVI- non è Luigi XI.; V uno è ti

umano, quanto 1'.altro era barbaro

Come dunque fi conferva lotto 1' uotanhà del mo il. regolamento inventato dalla, tirannia facondo J Come (otto un Principe, ebe ha to a cuore l'equità, e il (angue preziofo c uomini, rodono edere efpoftì i fudditi all' il catadrpfe , the (otto di colui, per il quale (edizioni erano uno fpcttacole dalizioio , e chiamava il 2oja col nome di luo Conipar ( Sari «int analo . ); ,

'Cagli Cditori della Collezione dei Poeti Gallici fonq flati pubblicati 7. nuovi Tomi, duali ve ne fono 4. della Opere del Sig. Abate MeuflaW, adorni di Rampe copiate dalla (>■ (ima Edizione. che li fa attualmente in Parigi, che. i fuddetti Editori fi propongono d' imitar forfè fuperate come 1» dimoflrano i fuddetn 4. volumi., frefeatemente queda .Colleziona • migliori Opere, dei celebri Poeti d'Italia è giuata ai «z. volumi, onde abbiamo ragione di cr re, 4 di aftìcursro i\ Pubblico , che reitera, tf rampata intieramente arima del fire del 4

La futura Gazzetta fi diff enferà Lunedi dopo pranzi.

[graphic][ocr errors][subsumed][subsumed][subsumed]

che li trovava allora a Vans non rifpo* fe a quella lettera, che col far marciare i fuoi faldati contro quelli malviventi , i quali fecero da principio ualche refiflcnza, ma lubito che vedero qualcheduno dei loro compagni diftefi a terra fi dettero alla fuga; quattordici furono prefi coli* armi alla maro . Si teme , che gli altri trovandoli -iifperfi non fi limitino più ad efercitare il loro mefliere fopra a quelli che erano i primi oggetti, del loro odio, ma fopra tutti i viandanti. Si afficura che quello avvenimento abbia paiticolarmtnte richiamata 1' attenzione della Corre, e che la M. S. abbia ordinato al Gran Cancelliere di occuparli feriamente dei mezzi di togliere al ballo popolo un fimil preteito col mettere dei limiti all' avidità di coloro che hanno cagionato un fimil difordine.

Durante le agitazioni incerte della guerra , non è fbveute poffibile ai Governi anche, i più vigilautii di prevedere , e di regolare le lpefe annuali dei differenti dipartimenti. Alcuni bifogni improvvifi poflbno mertere ad un tratto nelle Finanze dello Stato una confufione,tanto più grande, in quanto che 1' imperiofa legge della nccelficà non permette loro ili riflettere maturamente fopra li fselra dei rimedj indifuenfabili; ma al ritorno della calma la faviczza del Minillero confifle foprar tutto a rimettere prontamente 1' ordine , e 1' economia nelle Finanze per rifanare quanto prima le piaghe inevitabili della guerra. Con quella mira Tono (lati pubblicati due Editti , uno per 1' Amminiflrazione delle Finanze, e 1' altro per il pagamento delle lettere di cambio dell Indie , e dell' Arherica, 1' oggetto dei quali ci fa fperàrc de' gran vantaggi per gli abitanti di quello Regno.

GRAN-BRETTAGNA Londra 18. Febbrajo. Jeri il Re non aveva ancora nominati i Membri che debbono comporre il nuovo Minillero. Si afficura che quello ritardo fia in confeguenzadel partito di Bedfoid, alla tetra del quale è il Conte Gower , che ha lunghe confesenze con S. M., onde è fempre incerto , chi farà il nuovo Minillro , e i fuoi colleghi. Lord Shelburne efTendo biafimatoda tutti i Membri antiminifleria

li pei aver precipitata U pace- ha da

ta una rifpofla ai rimproveri , eh fono flati fatti intorno alla medi chiamata umiliante da' fuoi avver Primieramente dimollra , che Ta è un* Ilòla di piccola confeguenza la porzione di Terra-Nuova cedu Franccli è cattiva per la pelea . Ef quindi i motivi, che V hanno obbl di accettare i prelimin.ii j, oltre gli • che fono conosciuti, cioè la lima partenza del grand' armamen Cadice; 1' itnpuftibilità di fare un vo impreflico ec. Elideva un altro tivo principale , che non era cono to che dal Re , e da fuoi Mimili che era verifimilmente il fegreto .. Stato. Ecco, dice egli, qual' era. truppe dell' Indie, fi covavano alla \ lia di follevarfi , e difpofle a pafTare I il primo Nabab, che valelli alibi le per non e/fere fiate pagate fin da q trò meli addietro. Gli agenti della C pagaia, e del Governo in quella p di mondo avevano melTo in ufo gli timi loro sforzi, ma finalmente li vavano privi di ogni refurfa per rie penfare i negozianti del Paeie, eh vevano fomminiflrato del denaro, c Principi,dai quali avevano ricevuti t corfi a fegno , che quelli erano fui pi' di inviare a Londra due Deputati c fpefa di due mila lire llerline di t tamento a carico della fuddetta Ci pagaia per far riconofeere i loro c diti dai Direttori. La Squadra d Ammiraglio Hughes fi trova nello! to il più mifera'nle , e la minima fgi azia, che averte fofferta poteva c! abballanza fatale all' Inghilterra per I le perdere per fempre quegl' import.: flabilimenti . Giuro fui mio onore ( i giunfe in fine il farldetto Lord ) in villa di tutte quelle confiderazio fono llato più di tf. giorni fenza d mire , e potrei dire ancora quali 1 za prendere alcun nutrimento, ta era la mia inpazienza, con cui aff tavo 1' ultimato, che avevo invi in Francia, tanto temevo , che non fe adottato, e che il Gabinetto di V faglies informato come noi per me di alcuni avvifi fegreti della noflra cr ca Situazione, non rompere ogni ti tato, o almeno non facefle qualche manda più trilla. Ora chi potrà r proverarmi giuflamente di clìere fi troppo follecito a far la pace , d

che le cucuftanze où lumw obbiip

« d

[ocr errors]
[graphic]

a divulgare il fe greto dello Stato ? Nonostante tutte le ragioni riferite dallo zelante Miniftro forfè per mero oggetto di giuftificard , in breve fi aprirà un nuovo imbellito in denaro contante , e fe ne fpera un ottimo fucceffo . L' Ammiragliato ha gii mandato ordine a Portlmouth , affinchè le Flottiglie definiate per 1' Indie Orientali, e per le Hble di America , fi mettano immediatamente alla vela . Le medeftme hanno a bordo un rinforzo di uomini, e di artiglieria, che debbono trafportare in auei noitri dabilimenti. G E RM A N I A Vienna 13. Marzo.

L' Inviato di Marocco fi trova da qualche giorno incomodato da una leggera febbre , e gli è Hata fatta un' emifiìonedi fangue. Per ordine di S. M. egli viene aflillito da' Medici, e Chirurghi di Corte , e i due Interpctri Tafrara, e Bihn alternativamente fi trattengono predo il medefimo. Secondo le relazioni date in quello giorno dal Protomedico Sig. Barone di Sterck, fentiamo edere alquanto migliorato , dandoli per caufa di quefta malattia il difagio del Aio lungo viaggio, e la variazione del clima .

In feguito degli riabiliti regolamenti fopra la Difciplina Ecclefiadica , tutti i Preti foreltieri dimoranti in quella Capitale hanno avuto ordine di giudificaie in forma autentica i mezzi, eoa i quali fuiTidono . Quindi fi crede , che verrà fura una fcelta di un determinato numero di qjclli , che fi trovano qui da 10. c più anni, e che quelli rimarranno impiegati per fupplire vnitam-'ute ai Sacerdoti nazionali al numero delle Me'le necelfarie per il pubblicò fervizid nelle Crik-fe Parrocchiali sì della Città, che dei Borghi. Frattanto per il prolTimo aprile i fudJetti Preti forefheii fono inrimati a comparire divanti il Cardinale Arcivcfcovo, da cui fentiranno le ulteriori determinazioni per le lóro incombenze . Si vuole peraltro che quegli che vivono unicamente fulla limolina della MefTa, e che non hanno 1' accennato domicilio, dovranno irremi ffibilmen te partire da. quelli Stati .

Si dice , che 1' Ambafciator di Francia qui refidente darà una feorfa a Parigi , ignorandoli fe ciò Ila per occuparvi qualche didima carica, oppure

per ritornar qui ali3 efercizlo del fu»

Miniflero.

E' fiata notificata una Cefarca di-' chiarazione a tutto il Clero Regolare» e Secolare di quefli Stati, colla quale, fi ordina , che in avvenire tutti gì' Individui di c(To debbano efiere riguardati {blamente come fempliei AmmiaiAratori dei refpettivi Beni, ed obbligati a renderne conto al Monarca , come Tutore , e Protettore fupremo della Chiefa. Dovranno pertanto confègnare ogn' anno alla Camer/i de Coirti una puntuale fpecifkazione di tuttoc ò che fi è ricavato dalle diverfe entrate , e di tutte le fpefe fatte . A tal' effetto fi è formato nella fudJetta Camera un Dipartimento fpeoiaie di molti calcolatori , e fcrivani per efaminare le note che vi faranno premontate. In breve ufeiranno dalla Imp. flamperia altri due Decreti relativi a rari oggetti Ecclefiafìici di molta importanza.

Premendo particolarmente a quella Corte di femprepiù favorire la libertà dei talenti , che poiTono ell'er utili alla ibeietà, ha rifoluti di non voler più confermare i privilegi privativi dei Corpi degli Artidi, permettendo che chiunque darà prove furrìcienti di fua perizia in qualche profeflione, polTa liberamente aprir bottega fenza temere odacoli dei vecchi Corpi , e Maeftri .

Similmente è dato ordinato a fretta Univerlirà » che tutti quei Chirurghi , i quali avranno rilpollo lodevolmente alle domande fatte nei preferitti efami, e che faranno approvati abili anche in medicina, pollano vifirare ammalati, e ordinare medicamenti,quan« tunque non fieno decorati della Laurea. Dottorale. Si abolifce inoltre generali?), per tutti* il barbaro ftile di ricettare con enimmatki fegni, e cifre latine , volendoli che tutte le ricette liano ferirle in buona e chiara lingua Tedefea.

Sebbene le fpedizioni d' attrezzi militari per 1' Ungheria fi vadano facendo con minor fbllecirudine, egli è certo, che non fono ancora fofpefr. In una delle feorfe domeniche q ietti lavoranti di ferro dovettero impiegare tutta la giornata per fare dei così dettiCava/li di Frifia . Sembra però che gli affari delle due Corti fiano tuttora im calma, e fi vuole per cofa Certa, chela Porta Ottomanna infida per la fecon* . ài il

« 이전계속 »