페이지 이미지
PDF

bile-irto, che fi dividevano in meno quantità d' un' oncia per ciafeheduno. Per ditì'erarfi bevevano la piopria orina . Per veleggiare avevano una fola «.operta , e non aveano neppure la buliòla . Un marinaro, che non porè refifiere alla fere bevve dell' acqua falara, quindi immediatamente morì,e gli altri, che erano nella Scialuppa efiendo agli ultimi cftremi, volevano mangiare il cadavere del loro compagno , ma il Cap. gli cfortò in una maniera così clficace, che gli riufeì farlo gettare in mare, tigli racconta a voce, che una- notte in cui aveano perdute tutte le fperanzc , attefi i difaltri di fopra narrati, l' Alfiffimo fi compiacque confolarli con la pioggia, che con grande attenzione raccolfero fino con i cappelli, e fcarpe, e per qualche giorno, affine dirintrefearfi, fucchiavano i veftiti bagnati 'dall' acqua. Riferice inoltre, che nel momento in cui fi Impararono dalla •Nave, che naufragavi, un ragazzo di ■anni ir. figlio d' un Signore, che fervivi in qualità di Mo/./.o, fi gettò a nuoto», e raggiunte la Scialuppa; che uno do1 marinari che fi trovava nella medelnna non voleva che montalfe a bordo, affinchè n >n forte il motivo che tutti fi annegartelo, elfendo il legno tanto piccolo, ma il Capitano fi raccomandò talmente che fu ricevuto dentro la Scialuppa . Depone anc> ìa che gli altri Uliziali del Centauro vedendo il cafb difperato di non poterli falvare, incominciarono a bere del rum', e acquavite con altri 40. prigionieri Francefi , afpcttando tutti la morte con. tranquillità.

Sono approdate parimente le due Navi, il S- Antonio, e la 6'. Anna comandate dai Capitani D. Emanuelle Terrcira Notrc, e Don Francrfco S'avcri* La/ue . LiTe vengono dall' Indie Orientali, e fi fono trattenute nella loro navigazione 8. muli, per efierc andate a far acqua ad Angola.

SPAGNA
Madrid 14. Dicembre.

Si fente ertere flati feoperti gli •a Ma ili ni che uccifero , come fi dille , il Corriere partito da quella Capitale per 1' Italia 1 onde fi crede che in breve

fubiranno il meritato gaftigo. Il Re molfo dalla fua innata bontà , e generola clemenza, ha artl-gnati alla povera moglie, e a 6. figli, che ha lafciati il detto Corriere 300. ducati annui di penlione.

Secondo le ultime lettere di Cadice, hanno dato fondo in quel Porte 4. Navi di linea procedenti dal Ferrol: le quali avevano a bordo 4-jnila bomfce, e 80. mila pali.; , e due altre Fregate cariche di polvere . Il Conte d' Eftaing è flato ivi riconofeiuto per fupremo Comandante di mare, e di terra , e continova ad occuparli per allenire al più prefto che farà poffibile la formidabile Squadra clic deve condurre alle Antille. Si crede che la medefima fi metterà alla vela dentro il profilino mefe di gennajo.

Le truppe del Campo di S. Rocce non cefTano di lavorare, affine di afficurare le fortificazioni delle trincete contro le fortite, chs far porcllcro gli attediati , i quali fanno affiduo fuoco anche di granate artificiali, che apportano qualche danno nelle batterie avanzate con alcuni morti, e feriti . Varj de' marinari , che fi trovavano a bordo del Valcello il S. Micbch invertito nelle fphgge di Gibilterra, e preib dagl' Inglefi , fono parlati al foldo della Guarnigione di quella Piazza . Si afficura , che detta Nave fia Hata fpedita in Inghilterra, poiché ne! Porto nemico più non fi feorgono ft non tre battimenti vuoti del convoglic che vi condufle 1' Ammiraglio Hoose: quindi le noftre Fregate che incrociavano per intercettarli fono ritornate 1 Cadice .

Per mezzo d'un Pacbotto giunte dall' America fi è faputo , che gì' Ingleli fi fono impadroniti dell' Itola d; Mofquito , la quale per fe fterta è d piccolo valore, ma può crTer molto importante per il commercio della GranBrettagna , e che abbiano ancora devaftate le Colle del Golfo d' Onduras

FRANCIA Parigi 14. Dicembre. Quello pubblico non è niente ph" Informato intorno al Trattata <U P*c< di coloro che fono 303. leghe di qu

lon

lontani; noruftante la mattina fi parla come fe fi fapefle di certo . che la fera antecedente forte fiata fot mal mente conclufa , il dopo pranzo appena fi crede , che qualche articolo ita fiato provvilionalmenre firmato. EV probabile però, che i due Corrieri giunti domenica abbiano recato 1* afienfo di S M. Britannica ad alcune propofizioni fatte dalla noftra Corre . Quj fi dice che il motivo di quello impenetrabile mi itero fia, perchè Lord Shelburne criticato dai Membri della Camera de' Comuni abbia voluto cangiare qualche cofa nel fuo piano. Si lpera peraltro che tali ofiacoli non faranno (Vanire il piogetto di rendere la tranquillità a tutta 1' Luropa .

Se fi deve prefiar fede ad alcune lettere, che vanno in giro in quella Capitale , Hyder-Aly ha disfatta totalmente fulla Corta del Coromandel 1* armata Inglefe del Generale Lyre Coote, ma liccomeunatal voce fi_è l'parfa tante volte, pare che prima d'atiicurarla fi debba a.'pttrare una maggior conferma .

A Breft fi continovano con tutto 1' ardore i preparativi di guerra , e per mezzo d' una Corvetta che ha feguirata per tre giorni la Squadra, e il convoglio ufeito il di 8. da cjuel Porto, fi fono avute le notizie le più fodisfacenti riguardo allo fiato de' Vafcelli, i quali dopo la loro partenza hanno avuto un buon tempo , e dei venti molto favorevoli . Le Navi da guerra il Marfiliefe di 74., il Sagittaria di jo., e tre altre Fregate fono rientrate in rada, ma quella piccola Squadra deve rimetterli quar.ro prima alla vela .

La Corti ha pubblicata la relatJotu <T un combattimento fofteauto dal ■Si;., di Grimoard Capitan* di Vafcello fcritta nella lìaja di Saniana nelC I/ola di S. Domingo, il di aj. ottobre dicni eccone C eflratto .

„ L dì 17. del corrente il Vafcello lo 'Scipione di 74. ,c la Fregata la Sibilla ritornando da fonare il convoglio del Capo Franccfe ufeito il di a., fi trovarono futuro all' imboccatura del Canale di Porto Ricco. A 8. ore della mattina feoprirono 4. vele, ed alle 10. conobbero edere nemiche 1 diiìinguen

dofì uà Vafcello da tre ponti , uno di

74. , una Corvetta, ed un Battello. Lo Scipione, e la Sibilla fuggirono fubir» a Nord-Owefl per avvicinarli a terra . Dopo mezzo giorno i nemici e£>endoli molto avanzati il Sig. di Grimoard fece tirare alcune cannonate fopra il più grofib Vafcello Inglefe; quelli rifpofe, ma non cagionò alcun danno.ed a forza d' una finta operazione, il Vafcello Inglefe fi allontanò e cefsò il fuo fuoco continuando la caccia. Tra le ore 8. e le 9. della fera fi trovarono in una poiizione tale, che gì' Inglcli avrebbero potuto rovinare affatto lo Scipione, fe il Capitano delmedcfimo non averti- girato di bordo , e fatta una brava direfa con la fua artiglieria; nonollante però fi trovarono di nuovo così da vicino che combatterono per qualche tempo a tiro di pittala , ed ciseudo riufeito al Vafcello nemico diiinipegnarfi foprjggiunfe 1' altro , e direfse tatto il Ino fuoco fopra lo Scipione . Allora il Sig. di Grimoard corrifpole con altrettanta vivezza , e con sì gran bravura, che fece allontanare anche quefto fecondo legno Inglefe; quindi fi dirette verfo S. Domingo intorno mezza notte, e fui far del giorno vedde che era a 4. leghe di diitanz.a, onde procurò d' andare a (razionarfi in nn feno detto il Porto aiC Inglefe nella Bajadi Samana. Il Vafcello nemico da tre ponti fi meffe allora in panna, e fi veddero delle lance andare e venire dal fuo bordT a quello dei piccoli Ie^ni . L' altro di 74. continuava la -caccia, mi vedendo che lo Scipione Ila va per entrare nella. Baja, prefe il largo , lafciandogli alcune fiancate che non produfsero alcun effetto. .,

„ La Fregata la Sibilla , che avea fatta forza di vele durante la noue non era più. in vifla il giorno fuf;eguente, ed era entrata al Capo. Neil' iftefso momento , che il predetto Capitano pattava le ancore nel Porto all' Inglefe, e che fi trovava fuori d' ogni pericolo, dopo un' azione così glori:>fa , Io Scipione urtò in un ignoto feoglio , e per qualunque sforzo che lì poteffe faro è fiato impofsibilc di filvnr!» , efsendo andato in mille pezzi. f' e

* qui

qui paggio 1' evacuò -nella notte del dì 19. venendo i 10. „

„ Il Sig. di Grimoard fa il più grande elogio della maniera con cui fi è comportaro il fuo equipaggio in quella azione, in vifta dell' efempio di tutti i fuoi Ufiziali, e dell' intelligenza , attività i e premura con cui qucft' ultimi 1' hanno fecondato, eflcndo flato infeguito 34 ore continue dai nemici . ligii fi è acquiftata non poca gloria in tale azione-, 1' audacia colla quale atraccò la Londra d 98. cannoni impedi il Torbay di 74. a flur lontano . Bilogna rammentarli la precifione delle lue operazioni per isfuggire dalie forre fuperiori, che queflo Ufi2iale avea di già dimoftrata, allorché ìiél 1770. comandando la Minerva di 36. cannoni ufcl da uno dei Porti di S. Domingo alla vifta d' un Vafcello di yo., e di due Fregate di 30"., che combattè 1' uno dopo 1' altro, e che fece ritirare. Di qui fi rileva il fuo valore, e 1' intrepidezza colla quale fi oppofe a due Vafcelli di 74. che lo ■forzarono di rendere queft' iftefla Fregata fopra Oweffant dopo y. quarti d' ora d' un orti nato combattimento a portata di piftola , in cui fu gravemente ferito. A bordo dello Scipione fono morti ly. uomini, e 4J. fono rimarti feriti , tra' quali y. .Ufiziali , egli iìefio, come pure il Sig. di Monrre(»ard di Conteville Alfiere di Vafcello , che ha ricevuto una palla di fucile in una cofeia . „

Nella Zecca reale filli ora coniando una gran fomma di Luigi d* oro , per efler quella moneta la pifc comoda a trafportarfi di là da' mari. Si dice che alcuni argentieri fiano flati gaftigati per aver rifufi delli feudi vecchi, e molte altre monete, lo che è rigorofamente proibito durante la guerra, divenendo in tal modo minore la circolazione della fpecie . GRAN-BRETTAGNA Londra 14. Dicembre. Sua Maeftà fi portò jeri alla Camera de' Pari, ed affila fui Trono colle folite formalità, dette il fuo alienfo a varj decreti riguardanti gli affari correnti della nazione: quindi il

Variamento fu prorogato fino al di ai. del pioffimo gennajo.

Jeri arrivò un efpreflo all' Ammiragliato daFalmouth Coli' avvifo.che vi era giunto dalla Giammaica il Pacbotto la Regina Carlotta, dalla qual' Ifbla era partito il dì 10. novembre. Alcuni giorni prima della fua partenza la landra Vafcello di 98. cannoni comandato dal Capitano Kempthorn vi era ritornata , e/Tendo fiata per qualche tempo in crociera , durante la quale fi incontrò in una Nave di linea Francefe di 74. cannoni , e 1' azione durò per due ore, allorquando i nemici abbafTarono la bandiera; ma sfortunatamente il Capitano nell* ideilo momento oflervò, che la Londra avea ricevuti nel combattimento tali danni , che non era capace a navigare. Vi erano a bordo più di 70. uomini tra morti , e feriti . Riferifce inoltre il fuddetto Capitano, che poco dopo eflendo foprnggiunto il Torbay di 74. immediatamente dette caccia al Vafcello Francefe , il quale procurando di fuggire, inveiti vicino al Porto Delfino dalla parte Settentrionale di S. Domingo, dove fi fuppone che fiafi perduto .

Nel dì 19. dello feorfo in poca diflanza dalle Bermude, la Regina Carlotta fi incontrò nella Squadra dell* Ammiraglio Hood, che faceva rotta per 1' Indie Orientali procedente dalla Nuova-Yorck, dal che fi deduce, che la Squadra Francefe fòrte partita anch' efTa da Bofton .

Due Fregate della Squadra dell' Ammiraglio Pigot, fecondo le lettere recate a bordo del fuddetto Pacbotto, hanno prefo , e condotto alla Giammaica un legno Spagrtuolo iifcito dall' Avana per S. Domingo con una groffa fomma di denaro , e uniformi ; vien foggiunto inoltre, che nell' Ifola di S. Vincenzo era accaduto un gran tumulto fufeitato dai Negri, in cui molti Francefi erano flati uccifi, o feriti , ma che finalmente efTendo flatn ri riabilita la tranquillità, furono impiccati due de' principali Capi della follevazione, la quale fi vuole effere fiata cagionata dall' eflrema careftia di viveri , che regna in quell' Ifola.

L'Am

L' Ammiraglì'ato'piibblioò jeri l'eftratto d' una lettera del Capitano Luètrell Comandante il Vafceilo di S. M. il Mediatore , contenente in foftanza , che egli li era impadronito nel Golfo della Bilcaglia delle Fregate Francefi la Go-j.mante di jo. cannoni , e ira. -uomini d' equipaggio , e dell' Ateljandro di 14. cannoni, e 102. Uomini, cariche di attrezzi navali, e munizioni da guerra, le quali di conferra con ■altri Brigantini fi erano mede alla vela da Bordò per 1' America . I morti a bordo delle fuddettfc prede fono 9. marinari , e un pafTeggiero di diftiniione, e 15. i feriti .

Il Governo ha ricevuti alcuni difpacci da Charleftown per mezzo del Pacbotto il Giovanni giunto a Corke, il quale ha fatto il tragitto in 28. giorni. Allorché fi mede alla vela da quel Porto, gli abitanti Realifli fi preparavano per imbarcarfi, e fi facevano tutte le difpofizioni neceflarie per evacuare quella Pia7za .

Quella mattina è entrato a Portfmouth il baftimento la Volpe proveniente dalla Nuova-Yorck, da dove partì il di 24. novembre. Il Capitano del medefimo depone, che tutto era tranquillo in quella Provincia, e folo vi correva la voce, chele truppe Francefi forto gli ordini del Conte di Rochimbeau foflero in marcia per Boftorr, affine di imbarcar»" a bordo della Squadra Franccfe che vi è ftazionata.

Eflratto rf' una lettera della Nuova-Vorck in data del 19. novembre.

|L di 16 del corrente giunfe qui » un baftimento Parlamentario procedente in 11. giorni da Bofton . Il Capitano del medefimo ha confermato 1' avvifo, che noi aveamo ricevuto precedentemente, che le truppe.Francefi forto gli ordini del Conte di Rochambeau erano arrivate nelle vicinanze di quella Città, e ci ha informati inoltre , che fi imbarcherebbero probabilmente per 1' Indie Occidentali, e che la Squadra Francefe eflèndo ftata rifarcita , non tarderebbe a metterli in mare, ma che ad efla non fi unireb

•be il nuovo Vafcello 1' America di -64. cannoni coftruito dagli Americani inj . anni, e regalato a S. Criftianifiima dal Congreflb , poiché attefo un accidente, che fopraggiunfe allorché fu lanciato all' acque , e la' fua cattiva coirruzione, è infervtbile per qualche tempo; e che 1' Armata Americana comandata dal General Washington fi era acquartierata a Verplank*Pointf dove rimarrà durante tutto I* inverno. „

Una lettera di Filadelfia fcritta da uno de' primi Membri del Congreflb contiene il feguente paragrafo . „ Sen* „ riamo, che gl' Inglefi abbiano inten„ zinne d* accordarci l'Indipendenza . „- Dio voglia, che perfiftano nella lo„ ro rifoluzione, poiché ciò farebbe di „ vantaggio reciproco, ed il primo u„ fo che noi faremo della libertà, fari „ di fcacciare i Francefi dalla noftra „ Città. „

•Si afficura , che il Miniflero per mezzo dell' ultimo Corriere fpedito ad Anntover abbia colà inviati ordini » affinchè immediatamente vengano completati tutti i Reggimenti di quell' Elettorato .

La fera del di 16. il Sig. Gerard di Rayneval ricevè un Corriere da Verfaglies con delle nuove iftruzioni per parte del Conte di Vergennes, le .quali fi crede, che fiano delle più importanti per le attuali circoftanze. Egli fubito fi portò dal Conte di Shciburne , e immediatamente fi tenne un Configlio di Gabinetto da Lord Grantham Segretario di Srato. Il di 18 ve ne fu un altro, che non fi fciolfe prima delle ore 11. della ftra.

Il Cav. d' Heredia, e il Sig. d.' Angna granferò in Città Domenica fera. Quelli due Signori Spagnuoli fono incaricati per quanto fi dice dalla loro Corte di riattare con i noftri Miniftri delle condizioni d' un accomodamento generale.

Sino ad ora non abbiamo alcuna pofitiva notizia dei preliminari della pace . Molti però credono, che queft* opera falutevole fia così avanzata, che più non fi pofsa dubitare della concludane. I Corrieri non celFano d' andare, e venire

T.ire da Parigi a Londra, e i frequenti Configli temiti nel Gabinetto manifeflano , die vi fono flati dei punti da accomodarti , i quali domandavano un* ellremi attenzione .. Infutri unti, e così digerii fono gli affari da conciliari, e tanti i fucrifizj da farli da tutte le Potenze belligeranti, che non vi -è , che il defulerio della pace , o V linpoffibilità di continuare la guerra con vigore, che pofTa difporle a quello fofpirato avvenimento.

Nonotlante tutte le negoziazioni di accomodamento non impedivano, che fi profeguano con tutta 1' attività poitibile i preparativi di guerra . Pare che quanto prima fi aprirà un imprcflito di io. milioni di lire ilerJine; in feguito il Governo penfa a dimoflore tJtta 1' energia di cui è fufeettibile la nazione . Appena un Vafcello è ufeito dal cantiere, che ne viene foftituito un altro. Si armano con tutta fòllecitudine fei Vafcelli di linea , e ic ne rifarcifeano con uguale ardore altri i+. E1 ftato fpedito ordine a Portfmouth che fi preparino alla partenza li. Navi di linea, le quali faranno comandate dall' Ammiraglio RolT, e iì dice , che quefta Squadra lìa desinata per andare ad unirli alla Flotta dell' Ammiraglio Pigot, affinchè le forze di S. M. portano far fronte a quelle che i noftri nemici mandano alle Antille fotto gli ordini del Conte d' Eftaing.

P A E S I - B A SS I

Fiaya 17. Dicembre. Le ultime lettere di Parigi non hanno confermata, come fi fperava, la notizia clic fodero flati .fottofciitti i Preliminari a forma di quanto Ji era fparfo ;efse però danno qualche " lufinga, che le negoziazioni portano -avere un felice dito.. Qui .però fi crede, o la pace molto lontana , o che non vi fia una fola parola -di vero in -tuttociò che fi è detto riguardo alle condizioni , che debbono formarne la bafe .

Il Sig. di S. Samphorin Inviato (Ir.&ordinario del Re di Danimarca rimefiè il dì 17. del corrente alli Stati Generali un* nuovi Memoria in cui indile % norma delie doglianze fatte il dì ».

e H. dello feorfò fèttembre, che le LL. AA. PP. diano la dovuta foddisfkzione alla fua Corte riguardo agli eccelli commelTi dal Corfaro Olandefe lo Spione per cfTerfi impadronito d' una Scialuppa Inglefe rolla colla di Helgoland

Scrivono dalla Zelanda che fi occupavano giorno e notte in qne' Cantieri per l iflabilire la nodra marina, e che il dì J8. era flato lanciato all' acque un nuovo Vafcello denominato la Zelanda di 64- cannoni. Hjiratto cC u:ut lettera a" Utrecht tu data del 14. corrente . ~}\r Ella mattina del dì 17.ru giuJ3l dicato il famolò procefTo relativo al foglio periodico che qui fi lrainpa, il di cui compilatore fa afloluto con le fpefe. I malcontenti profittarono di quella occalione per cagionare un tumulto in quella Città. Pochi giorni prima erano flati fparfi a'euni carrelli in cui fi diceva, che farebbero focheggiate tutte le Cafe di coloro che arditi fi fossero di dare il roto per la fbfpenfione di detto foglio. Alle6. della fera un gran numero di garzoni di librai con altra gente incominciarono a tirare delle archibufate, e delle pietre , e durarono quali rutta la notte . I fedizioli arredarono molte perfonedidiflinzionc nelle ftrade, e le forzarono a gridare viva i libraj . Furono rotti i xezti di varie caie, ma fortunatamente fu prevenuto il faccheggio delle medefime ilante la vigilanza de' Ma.gillrari, e della nollra Guarnigione, la quale fece la ronda per tutto il rimanente della notte . Si fpera che gli Stati di quella Provincia faranno una rigorofa ricerca dei principali motori di quello tumulto, ainne didarc un efem«plar'gaftigo . „

GERMANIA

Vienna 30. Dicembre . La funzione della pubMka profeffione dì Fede Cattolica fatta dalla Principia di Wirtemhergh li efeguì nella feguente maniera. La Sereniilìma Neofita venne in Chiela veftira da Capo a piedi d' un abito di floffa bianca, ricamato con fiori d' argento, con una fpcpie di ghirlanda di brillanti, e

« 이전계속 »