페이지 이미지
PDF
[merged small][graphic][ocr errors][ocr errors]
[graphic]

O R T 0 Ci A ri O

LisBQNA If. Aprila . ,,, ■**f Egli /curii giorni arrivò un , Corriere ttraorduiarioproo. •. ari da Pietroburgo con Di' p icei dell' ultima importanza per S. M. la .Re» g'tna noftra Sovrana . Quindi è Aita pubblicata la convenzione marittima .pel mantenimento della libertà della navigazione dti battimenti mercantili neutrali , conchiufa il dì. jj* luglio 178*. fra S. M, l'Imperatrice Ai t»ttte,leftuf« (10, e S. AI. Fedelirfima , e . ratificatail dì 21. gennpjo 1783. La xnedelinia * del feguente tenord.. 1 . .. . „ <L ,Ua Maeftà 1' Imperatrice di tuti » k3 te le RuiTie avendo invitata S. M. la Regina di Portogallo a concorrere con etta alla consolidazione dei principi'di neutralità ibpra il mare , e il mantenimento della homi del commi: ciò marittimo , e-della uuvigazionc delle Potenze ricuciali conforme alia fua dichiarazione del dì :8 fèbbrajo 1780. rime/fa per patte fu a alle Potenze belligeranti; la Regina per un effetto dell' amicizia ilncera , che uniice S. M. Imperiale a S M. FcdelilTima, ugualmente che per V interefle dell' Europa in generale , e quello de' fùci paefo e fudditi in particolare ha volutoconfribuire dal canto fuo-all' efecuzione dei piincipj., .e delle mi fu re tanto fa» lumi, quanto uniformi alle nozioni la più certe .del diritto delle genti. Ed in confeguenza fi è determinata 11 concerto col» S. M. la Rcah-a di Portogalle* dr. nominare dei pltnqMteniria-rj,

-w e-\' 1 r» r -1 » . r-la <ll 1 1 Ci i-clii 11 «t*t • r m >m»i rAH _

[ocr errors]
[ocr errors]

di Vaiceli! molto da vicina, vi fia un pericolo evidente per entrarvi V. Filialmente , che quelli principi ferrino di regola nei proceffi, e nei giudizj fopra la legalità delle prede . Le dette MM. LL. dichiarano, che non folo aderifeono pienamente ai medefimi principi, mi cne in ogni occafione effe concorreranno cfHcacemente per confervarìe in tutta la loro forza, e vigore , e fet invigilare alla loro efe.cuzione la più elite» . „ ( Sarà continuate. )

SPAGNA

Madrid 19. Aprile. Il Re ha ricompenfati a larga mano i Tuoi Generali. Oltre gli onori dicai ha riverito il Duca di Crillon, gli ha accordati 400. mila reali di viglionedi penlionc, o fia cento mila lire Tornefi. Tutti gli altri Ufiziali tanto di terra , che di mare fono (lati trattati generofamente , e inalzati di grado. Fra gli Ufiziali efieri che S. M. ha contradiftinti.il Principe di Naffau ha ottenuta la permiflìone di fpedire nei no Uri flabilimenti un Vafcello che farà el'cnts da ogni dazio, e il Conte di Vaudrcuil, che accompagnò il Conte d' Artefia a Gibilterra ha avuta la facoltà dir eftratrc 2. mila muli dal Continente dell' America Spagnola nelle fue terre, finiate Refi' Ifola di_ San Domingo fenza pagare i foliti Diritti che fono molto grandi . L' indolenza naturale agli abitanti dei climi caldi era (lata favorita in quella Monarchia, dante 1' ufo inveterato di riguardare con difprezzo certe profelliooi attive, come, farebbero i mugnai, i farti, i calzolai, e fpccialmente i conciatoti di qualfivoglia forte di pelli. Quello pregiudizio aveva acquietata una forza incredibile dal bafso dei tempi - Rimontava dal Regno di Alfonfo il Savio.il quale fece delle leggi per diirruggerlo, ma dopo quell* epoca le guerre contro i Mori, lo ("pi rito di cavalleria della Nazione, e la fua paflìone efslufiva per la Nobiltà contribuirono a far riguardare ancora il travaglio come una fatica al di fopra della Dignità Caftigliana. Il Cardinale di Ximcnes fotto Ferdinando , elfabella fi occupò a Eradicare quello fi fieni a rovinofi per la Nazione , e fot» Carlo V. fi contarono, in Sivi

glia fino a ia, mila lavoranti di frte, lana , o tele . Il Regno turbolento di Filippo IL, che non credeva aver bifogno, che di denaro, e difoldati, fece ricadere il popolo neh' inazione , e i mcllieri ia diferedito . Finalmente il Card. Alberoni al principio di quello fecolo conobbe abbaftanza che la decadenza del commercio del Regno nafeeva dall' inet .ia degli abitanti, in confeguenza procurò di porvi riparo coli'applicare alcuni rimedj ai mali, che fi facevano fentire.

Inoggi, che le nozioni del commèrcio fono diventate comuni a tutti eli Stari, i Membri del Configlio di Caviglia , come anche le ibeietà patriottiche hanno rapprefenrato a S. M., ebe interefTava il beile de' fuoi Dominj di favorire le manifatture in generale , e di dillruggere jn favore degli artigiani il pregiudizio, che avvilifce le loro pròfeflioni. In confeguenza è (lato pubbicato un Editto il quale dichiara civili tutti i meflieri riguardati in addietro come vili, e ordina che quegli i quali gli efercitano potranno effer promofii alle cariche municipali. N#n era meno importante di fidare in cigni ceto quegli , che la nafeita vi ha deftinati; per queft' effetto è flato ordinato, che tutte le volte, che tre generazioni avranno efercitata 1' iftefla profeffione con integrità, ne fari refo conto al Configlio , affinchè S. M. fparga delle beneficenze fopra le famiglie, che fi troveranno in tal cafo. L'efTer riputato però inabile a efercitare gP impieghi municipali, e il difprezzo comune ranno la pena di coloro , che dopo offerii applicati una profeffiane meccanica V abbandoneranno per vivere neU* ozio.

Sembra , che quefta legge fia propria a far rinafeere nella Monarchia il guflo dei lavori -, efia ha di più il vantaggio molto raro d' artegnare nel tempo ideilo dei premj, e delle pene; compenfo potente dicui i Governi non impiegano per il l'alito , che 1» metà, cioè a dire le pene. Quegli . che credono, che le ricomperile potrebbero effere rovinofe per lo Stato »vrebbero ragione fe quefte dovettero efière fcroprc in denaro contante ma per un miniftero illuminatovi fono tanti mezzi divelli per rimunerare i buoni, che 1' allettativo a ben fare non gli coderebbe che una leggiera attenzione . Evvi di più fe tutti i fervigj di qualunque fpecie refi alla Patria non potettero effere mai pagati che in denaro, la cupidigia diventerebbe ben prefto lo fpirito generale di una nazione; ed allora quella non avrebbe più nèonore, nè energia, nè virtù.

[graphic]
[graphic]

Abbiamo avuto avvilo etfèr pafTato all' altra vita in età di anni 67. Monlìgnor Giovacchino Antonio Sanchez Ferragudo Vefcovodi Leridanella Catalogna.

FRANCIA Parigi 6. Maggio. La Famiglia Reale, e la Corte hanno fofterto qualche diflurbo per alcuni giorni da un avvenimento > a motivo della tenera amicizia che portano a Madama Elifa betta di Francia Sorella del Re. Quella Principefla , che è di una pietà efemplarc aveva formato il piano di ritirarli in un Convento, e di confecrarll a Dio. Sabato paflato in cui la Regina doveva andare al cordi Vincennesera il giorno filTato per 1' elocuzione di una tal rifoluzione, della quale il Re fu informato da una Dama ben* affetta alla Principefla. A tal n»ova le prelodate MM. LL. li inoltrarono molto fenlibili , e la Regina impegnò con grandi illanze detta Principefla ad accompagnarla a Vincennes col Conte di Provenza, colla Conteflà lua Cqrtfbrte , e colla Conteflà d' Artefia , j>er efla fi accorfe fubito, che la fua rifoluzione era feoperta . Partì dunque con la Regina, e durante il viag

fio la Conteflà d' Aumale Sotto - Aja ella Figlia del Re, la quale lopratCutto aveva favorito il piano di ritiro della Principefla ricevè ordine di allontanarli dalla Corte , e varie Cameriflo furono licenziate . Madama Elifabctta giunta a Vincennes fece le più vive illanze alla Regina, ed in feguito al ite , affinchè le fofle lafciati efeguire la fua determinazione. Il Re le rjfpo(e Che efla era troppo giovine , e „ che l'amava troppo per permetterle „ di rinchiuderli per tempre in un Con„ vento; che fe a 15. anni perfiftefle

„ fempre nel medefimo proposto, fareb„ be allora libera di feguitare la fua „ vocazione , ma che avanti q^uel tem„ pò non le darebbe mai il luo aflcii» lo. H

Era naturale, che quella Capitale diventafTe il centro delle negoziazioni relative alle confbguenze della conchiufa pace , dopo che il nofrro Minifiero aveva refa la tranquillità all'Europa , e all' America. In breve fi affettano tutti quei MiniUri, che fono incaricati di travagliare ai Trattati di commercio , che 1 Inghilterra fi propone di conchiudere con diverte Potenze, je di già ne fono arrivati due; uno è il Sig. di Markoflf Inviato di Ruffia per agire di concerto con il Principe di Bariatinski Minillro dell' Imperatrice preffb del Re, e I* altro è il Sig. Hirtley Inviato dalla Corte di Londra per trattare con i Miniflri degli Stati Uniti . E' pure arrivato il Duca di Manchefler Ambafciatore d' Inghilterra ; il medefimo « di circa yo. anni, e fi affi curai ebe ami la magnificenza , onde farà molto ben villo da quelli abitanti.Il Conte d' Adhemar, che và Ambafciatore a Londra dopo 1' arrivo del prelodato Duca fi meflc immediatamente in viaggio per il fue deflino.

; Sembra che le negoziazioni di pace tra 1' Inghilterra, e 1' Olanda dipendino non dalla ceffone delle Colonie di Negapatnam, e di Trinqucma1e, o dallo flabilimento di Surate, ma, dal libero commercio di tutte le Nazioni di Europa nei mari dell'Ada, che in addietro fi potevano denominare mari Spagnuoli, 0 Olandefi , e che in avvenire fe la debolezza della Repubblica , e la compiacenza della Spagna faranno riufeire il progetto, elfi faranno comuni tanto per i Francefi , Aulirne i , Ruffi , Svedefì, Danefi , Inglcù, che per gli Spagnuoli , e Olandefi.

Le lettere di S. Demingo hanno recata la conferma della trilla nuova precorfa , che il Vafccllo la Borgogna di 74. cannoni , uno della Squadra del Marcitele di Vaudrenil era perito, ma che di 800. uomini di cui il fuo equipaggio era comporto, la maggior parte li era falvato, e che foli Ijo o 200.

erano rinufte infelici vittime dell' onde.

■ »." n„„

[ocr errors][graphic]

rfriV thè hi formato il Govetnatore EP
Ifet.^ Nel tempo fteflb è {laro proibito,;
che nefTu.no parta per quella Piazza
lenza averne avuta la preventiva per-
mitTione dal Governo, e chiunque noli
pr-fri. ftabilirvifi, fe prima non avrà'
otrénnta -1* approvazione- del Miniftro
della, guerra. Nonoftante la condii.-fu
pace , nei Cantieri del Re fi continovi
oll-a medefima attività acoftruire de*'
Vjfcelli di linea . L' Amnriragliiro hst
pubblicata un' efatta lilla-dei legni da
guerra , che abbiamo attualmente, e
dalla medefima apparifee , che le Navi
di linea fono irj.; quelle di jo. can«
noni iS ; di 44. 16.', Fregate po'. ; Bri-
gantini » 76. ; Cotter 32. ; legni da bom-
be 6.; e Un lotti 8.; rotale 40*5. Alcu-
ni Politici confederando uno nato di
forze così ragguardevole, P incertezza
d'un accomodamento oli' Olanda,*
la cririca attuale lìnnzioie dell'Euro-
pa afficurano , che la pace non feri di
lunga durata .
P A E S I - B A S S 1

1 , Hata 6. Maggio.

fc*'ATto- Configli© di guerra è rimaIrò abolito dagli -Stati d' Olanda per V unanime confenfo-di 18. Città. L'ordine equefrre ha protelrafo contro quella rifoluzione-, ma nonoftanre fi crede, che fari adottata dille altre Provincie. Si vuole , che ne fari creato un nuovo, la di cui giurisdizione fari circofcritta a certe determinate cofe , e dell' unica fua competenza . Gli altri Membri c-'ftfcrverrfnnola loro perrfiorre 1 vita .

Alcuni pretendono , che le fperanzt d* ùn profirmo accomodamento coli* Ifrghiltctra radano a fvani're . Si parla g'encralmcnte.di un' alleanza fra due Potenze , che non ha guari erano nemiche, e fi dice , che non rimarrà ad una terza Potenti altro-compenfo , che li fua difprrazióne'.

G R A N - R U S S I A Pietroburgo I r. Aprile. E" quali ridotto" al fuo termine il ritratto della noftra Augufla Sovrana , che vi dipingendofi dal celebre Inglefe Brompton . EfTo rapprefenta S. JVf. Imp. in piedi di grandezza al naturale in abito Ruffo . E' adorna di curri

quelli Emblemi, è Trofei dovuti a sì

glande Eroina. Quello che di-più fingola re

[ocr errors][ocr errors]
« 이전계속 »