페이지 이미지
PDF

FRANCIA

Parigi 17. Giugno.

In tequela di quanto li è accennato negli feoriì fogli il Re pubblicò venerdì fera la promozione dei 10. Marescialli di Francia, e fono i teguenti. Il Conte di Mailly . Il Marchete Aubcterre . Il Principe di Beauveau. Il Marchete di Caftries. Il Duca di Croy. Il Duca di Lavai. Il Conte di Veau. Il March, di Segur. Il Conte di Stainville. E il March, di Levis.

La Determinazione di tenere collantemente in piedi una formidabile marina prevale fentprepiù nel noftfo Mi ni itero, a fegno tale, che a Breft li lavora con uraordinaria attiriti , e già la Nave di primo rango nominata i Due Fratelli è molto avanzata. Parimente a Tolone fi occupino col mede13mo ardore i corruttori intorn* a nuovi Vafcelli di linea , e fe fi può predar fede ad alcune voci, la Corte ha Inedita ordine, che (i ten;^hino pronte a" Far véla da quel Porro alcune Navi di linea, e Fregate, re quali nonfembrano dirette a panare lo Stretto di Gibilterra, ma "bensì delti nate per qualche fpedizione nel Levante, 0 pc r incrociate nel Mediterraneo .

Per Decreto delR. Configlio di Finanze è irato ordinato il conio di cento mila marche, di moneta di rame da farti 50. mila all' anno nella Zecca di Limoges; e con altro limile Sovrano Decreto fi è parimente ordinata la continovazioane del conio nella Zecca d' Orleans di altre 10. mila marche, e in due anni di tempo aumentarli la detta fomma fino a cento mila.

Una nuova rivoluzione tembra dover cangiare ancora I' afpetto palifico dei noftri affari. Le proporzioni fatte dilla Corte di Rul'sia all' Inghilterra occupano quel Gabinetto , e li pretenie che dovremo finalmente dichiararci apertamente , nel cafo che li voglia foffenere i Turchi. Si è feoperta la forge 11 te delle difficoltà che pròva la definitiva conclufione della pace , e s* incomincia a temere, che ci troveremo nella medefima fitumone in cuiaveam'o meda la Gran Brettagna nella paf

fitaguerra. SI credeva che il Re di

Fnifua II else ancor fofpefo a qual partito dovefse appigliarfi. Ora fi alBcura che quel Sovrano fia d' accordo colla Ruffia. AH' oppofto fiamo lufingati di ficure alleanze in Italia, volendoli che un Trattato eventuale pofsa efsere flato fottoferitto con una di quelle prime Potenze per fraftornare le mire dei noflri nemici. Frattanto »* impiegano tutti i mezzi per mettere in ìLto il Divano a difenderli in cafo di rottura . Alcuni Francefi fparli in yarjluoghi della Tarlarla, i dicui abitanti fono ancora attaccati al Gran Sultano , tentano di richiamare tra e (Ti il coraggio de' loro antenati , e d' internarli" l' arte definirti va della guerra .

Scrivono da Cblrantintpoli, che nelle attuili congiuntili e li sforzi dei noftri militari per piegare i Giannizzeri alla difciplina Europea non fono ftari infruttuofi , e fi fpera che potranno opporli coraggiofimente alletruope Rufte + ■•■

Nelle noftre Con verte zioni, fi parla più che mai, che 1' Inghilterra ira alla vigilia di tergiverfare , e che l'accomodamento con quella Potenza potrebbe fvanire prima d' avere avuta una realeefiftenza.

GRAN-BRETTAGNA Londra 17. Giugno.

Jeri furono recati alcuni Difpacci del Duca di Manchcfter Ambafciatore di S. M. a Parigi, quali, per quanto fi dice, fanno menzione , che erano inforte delle nuove difficoltà intorno al Trattato definitivo di pace per caute degli dandoli, che non vorrebbero a» de ri re alla libertà de' Mari neh' Indie Orientali.

L' antico Prefidente Laurens ritornò jer I' altro <la Parigi infieme col fuo figlio , e -figlia; quanto prima lì afperta ancora il S'ig. David Hartley . Egli non ha avuto per la conclufione d' un Trattato di commercio con gli Americani quel fuccefTo che 6 ripromettevano i noftri Negozianti-, fu tale oggetto però il fuddetto Prefidcnte ha avuta o»gi una lunga conferenza col Sig. Fox Segretario di Stato: quindi è-partiw per Parigi un Corriere ftraordi»*

rn

[graphic][subsumed][subsumed][subsumed]

pure xit online per ufcìre it KerfoA fui Màr-f<ero, ove fi trova già ad in-* crociare una Squadra di 13. Fregate , die ha fatto vcladal Porto d' Azow e di lì falperannol'ancore quanto prima altre fo. Fregare per rinforzarla . Ultimamente fono giunti dai Porti del Mediterraneo per il canale d* Coftanrinopoli a Kerlbri circa tfoo. Colon) i quali furono accolci dal General Comandante, ed aflicurati della particola!- protezione della nfcftra Sovrana. - •

GERMANIA
Vienna »}. Giugno .

M<" "oledì mattina nella Chiefa de" FP. Ajjofhniani Scalzi fu celebrato il fMenr.e anniverfario per il fuffragi» dell* anime degli Ufiziali , e fóldati che perirono nella ricordevole battaglia di Pianìart vicino a Colin in Boemia, rfeir anno 17^7. Vi intervennero, oltre tutta 1' Ufizialità , molti foldati ancora di quella Guarnigione .

Nel giorno appreflb poi ricorrendo la fella del Corput Domini V 'Etni-* fréntìfs: CarJ!'Atcrvcfcòvo efegu! ruttV" le> cerèmoriie di quella Mtrmkii celebrando in primo luogo Pontificalnrente' la Mclla , e quindi portando in Procefììone per la Città it Sacro Ojtenfbrio. S. A. R. P Arciduca Maffirniliano colla primaria Nobiltà , ed Ufizialità , ^ltrcai Membri dei Regij e CtVici Magillrari, intervenne alla Sacrar Funzione, che in queft' anno è riufcN ta' pià decorofa per il concotfo delle nuove Parrocchie, e per il 'giro delle contrade più lungo alTài che per il pallata •

Scrivono da Leopoli nella Gallizìa, che nel di zS. maggio era colà pervenuto un Difpaccip a quel General ComandanteSig. de Schrcder'con l'àW vifo , che M. 1' Augurio nolVro-;Sò* vrano vi'per la via flelFà Tra,nfilvai tiia, e della Buckovihai i. 'jjfìta-re quei fuoi Regni , contando- 'di giungere in quella Capitale per Is metà del corrente mele. Due giorni prima pertanto il predetto General Comandante è di lì partito per andare a ricevere ai Con* «ni 1* Àugùfra Matita Sua, la quale per quanto fi fa, farà per giungere il «1 10. a Czetnowicz, 'iì-vt feguente*

pifferi "ad olTervare il Forte di OkopI di quàdal Nielleruna fola lega e mezzo dittante dalla Fortezza Turca di Choczim , il di 1 ». poi anderà a pernottare a Zaletlick nella Provincia di Snyatin, e per il di 1 y. fi attende nella Capitale, ove fi fpera farà per fermarli per 8 giorni. -

Si afpetta in quella Dominante da Brufelles tra pochi giorni il Principe di Starhemberg, che viene ad occupare la catica come altre volte fi è accennato di Maggiordomo Maggiore della Augufta Corte, ed attualmente fi Uè riattando il fuo Palazzo che retta dirimpetto la Chiefa de' PP. Min. Coni ventuali. . ., > \

Da S. A. Reverendifs. l^Arcive^ feovo-, e Principe di Salisburgo fi è fatto intimare all' Abate dell* antico, e ricco Monaltero de' Benedettini'di' S. Pietro, come pure alla Badeffa di quello delle Monache di Nunberg di non accettare in avvenire nelle loro Religioni alcun novello Individuo* * df fare.-un efatto regiltro del mimerò dei componenti le Comunità, impieghi", ed. abilità, con una nota delle loro rendi-» te, aggravi , fpefe giornaliere , beniftabili, capitali, e mobilie II numero dei Religiofi Mendicanti di quel Principato è diminuito notsbilrrre.ite, e il Convento dei Cappuccini di Danv sberg fi trova Vuoto, poiché fi fono rìtri ritornare nei proprj Stati i Reli-. gioii fbreftierr .

Quefla Nobile Guardia Galliziana £ pallata negli feorfi giorni ad abitare nel cafamento a bella poffa accomodato fuori al Remweg , dirimpetto alla Guardia Nobile Tedefca.

Per la via d' Infpruck fino dal di 4- del torrente "granfe a Cfangenfurr. liSercniffima R Arciduchcfla Mafia Amalia Duchefià di Parma per vifitare. la R. ArciducheH* Sorella, che per alcune leghe fi era porrata a riceverla. A contemplazione della medefima A. S. R. nella fera del feguenre giorno dal Prefidente degli Stati Provinciali Colite di Khevenhuller, ed a noi me dèi medefìmi fu data una magni-* fica feda di ballo, alla quale furono ammeflV ciica 800. perfone . 'La fala

era

era ornata d* emblemi ed ifcriziirn.e fopra la porta inalzerò an arco Trionfale, che unitamente all' atrio- retto il-i luminato con più di 4. mila lumi.

Abbiamo da Rudoltfadc, che nel di 13. del inefe di maggio era morta nella fua frefca età di anni 14. laPrin cipeffa Te re fa Sofia Enrichetra r figlia-' di S. A. Serertiflìma il Principe Ereditario; e parimente fi è incelo da Raal efTef colà celiato di vivere il dì 8. del corrente in età di 83. anni quel Monfig. Vefcovo Conte Francefco Zichy de Vafanko Gran Croce del R. Ordine-di S. Stefano, Supremo Conte di quel Comitato , e ConfTglier-e Intimo di Stato di S.M.Cef. R. Apbft. il noftro Monarca.

Colle, ultime- lettere d' Hannover abbiamo ricevuta notiVia che1 nel di; 4. (tante fu celebrato con la folata pom>: pi, e magnificenza il giorno anniverfario di nafcita di quel Sovrano. S. A: R. il Vefcovo d' Ofnabruclc rfceyè t complimenti fblifi farli in tale oc-1 cartone , effenJovi nella fera (tata grantavola e ballo à Corte.

Nel df 17. dello fcorfo ad Hildburghaufcrr vi fu- urta tempetta così ftrepi'tofà con terribili efplofioni, di cut non vi i memoria fra quelli abitanti ;■ la materia sfolgoreggiante andò a fcaric.arlì fu quel Cartello Ducale con sì prandi abbondanza , che dopo e/feriidivifa in una moltitudine di globi ignei, fcorfe i diverfi appartamenti, Ie> anticamere , la gran Galleria , e la Biblioteca con non poco danno Cinquecavalli reftarorto uccifì, e fortunatamente non fi attaccò il fnoco in- verun luo^ go , nè vi perì perfiwa alcuna-. . ■ i Amburgo Io. Giugno.

Avendo r R"u(Tì "fTervatn', che W noftro zucchero raffinato difficilmente relitte alla navigazione fui Baltico , perdendo norr fnlo la bianchezza , mr m-icora la confidenza , penfarono alcuni anni fono di erigere una propriaraffineria nella Città d* Atcangel fui 'Mar-Bianco, guadagnando per tal mo-' do ancora le fpefe della manifattura; ora pni fi fenre, cih-; incoraggiti dal buon fucceflo- della medefima vengono BTcrte due altre gran Fàbbriche Dna in Mofca, e T ai era in Kalluga, le quali

mediante la Sovrana protezione potraiT-no non folamenre efiere in ittato di fomminillrare dello zucchero per il cònfumo di quel va ito Impero, ma ancoracon danno notabile del noftro commercio, alla Polloni! , e Lituania ; e finalmente potranno introdurre li zuccheri raffinati come un loro prodotta , enella Crimea , e nell' Armenia maggiore per mezzo del Mar-Nero , come fui Cafpiir nella Perii**.- 'j Augusta 2$. Giugno .

Se fi deve predar fede ad alcune' lettere della Vallacchia, quelle ci afficurano, che i Rudi fi fono refi padroni d* Oczakow, e per confeguenza di tutta la Crimea. Pretendono effe di affermare , che 4000. uomini, i quali fbrmavano la guarnigione di quella For-: tezza, fonò itaci quali intieramente disfatti . Quefta importante nuova merita l'i cu ramente una certa conferma , come quella che feguiterebbe a rifehiarare i dubbj che fi fono fin qui avuti di una inevitabile-rottura. Con altre notizie poi giunte .da Saint-Veit fappiamov che il Campo formato vicino a Pettau nella Bada Stiria era- dato contrordinato, e che tutti i Reggimenti avevano ricevuto l'ordine di tenerli pronti alla marcia. Molti credono.che non fi tram che di tirare un cordone filile frontiere , ed altri ' poi aflicurano che S. M. jl Re d i Prudia v' inoltrerà 30. mila uomini della fua Cavalleria, per agir di concerto contro i.Turchi -, aggiungefì inoltre , che' alcuni badimenti prenderanno al loro bordo una partita di quelle truppe che devono andare nell' Arcipelago .

Secondo le note ora ufeite in oc» catione delle rivide generali, 1' armata Pruffiana è comporta di 10769. uomini d' Artiglieria, di 171190 d' Infanteria, e di'41.503. di Cavalleria, che formano in rutti 124453. uomini. Quel' Sovrano volendo rettificare la fua foddi-.fazione agli Ufiziali dei Reggimenti che fono (lati partati in rivifta a Srargtrd ,- ha accordato l'ordine per il Merito Militare ai Colonnelli Kineitz del Reggimento di Winrerfeld ; Guntersberg di quello dì Haalc; Grohlman, « Uelow di quello di Billerbck; Kan

nen

nemvurf, e Gertskw dì quello di Schonfeld . La prefica M. S. ha regalaci inoltre due mila feudi ai Colonnelli di Hobnslock," e di Ka.uenw.utf, mille al Colonnello Norman, ed ha fatri molti altri donativi a tutti i Reggimenti.. TURCHIA Costantinopoli 15 Maggio.

Giorni lono approdò nel l'orto un altro baitimenco di Coloni, procedente dal Mediterra.ieo per Kerfon . I Turchi vedono di mal occhio di dover iafeiar pillare tali gente > fenza neppur vilitare i legni che le trafportano , ma non poffono far niente ai fudditi Rudi, i quali dicono che quelli Coloni fono lavoranti di lana per fare dei panni, e che poi glieli venderando a buon mercato.

Il Capitan Pafcià nella feorfa fettimana condannò a morto fui fatto un marinar* per avere infrante leune vetrate del palazzo del Miniftro Rullo, il quale peraltro ne domandò la grazia , e quindi gli fu mutato il fupplizio nella galera a vita.

Continuano ad arrivare gran milizie dall' Alia, ed appena giunte in quella Capitale marciano alla volta delle fortezze di frontiera» ove (1 trovano digià più di cento mila uomini pruriti ad opporli a qualunque attacco. ., . l'Ha celiato di vivere in età di anni 90. il Mufti-Ibraim Efféndy, e da S. A- è (tato inalzato a tal carica Nurxi-Effendy uomo di profondo fapere > e ài grande efpérienza.

. I T A L T A v . Milano 18. Giugno.

E' fiata intimata per mezzo di Sovrano referitto ai Padri Scopetini, che occupano la Chiefa di S. Cello, la loro fopprefiione , ed altro non afpettano che 1 avvifo perentorio per lafciare in libertà il Monaftero . Ai medefimi viene accordato un congruo aflegnamento. Si dice che debbano edere abolite quanto prima anche ay. Confraternite, elfendoTi già pubblicata la fopprefiione a quella di S. Marta, c fabàto per ordine del R. Economato fu lìgiHaco tuttodì) che apparteneva alla medelì'i)ti.-Il Priore di quella Confraternita Dooicnica avendo ardito di rompere i

Sigilli per eflrarre dagli armadi le cofe necelfarie, affine d' efeguire una ritira proccffioiiale ad una Chiefa di campagna , conforme ad una cofliruzione annuale , credendo di elTere perciò feufato, fu nello fleilb giorno per ordine Supremo carcerato, volendoli di più che verrà pioce/Taco rigorofamente.

Scrivono da Pavia, che 1' aflenza fatta da quella Real Cefarea Univerfità di un uomo tanto illuflre quanto è il Sig. Tiffbt, non ha potuto fare a meno di non muovere i fenfibili, e riconoicenci animi di quei lludenti di medicina . Avendo dunque cercato di dare al prefato celebre Profelfore un acteftato della loro lincerà gratitudine, gli hanno fatta inalzare una lapida nella Clinica di quel Venerab. Spedai Maggiore della Pietà, con un elegante iscrizione compolla da uno di quei Lettori. Genova 18. Giugno.

Dal Sercmffimo Governo è (lata ordinata l* erezione nel Salone del gran Configliod' una Statua di marmo, rapprefeiitante S. E. il Marchefe Marcella Durazzo, in ricompenfa dei lervigj preila ti alla Patria, e in quefla occafione gli è (lato ferino dal Sig. Barello Segretario della Repubblica il fegueate biglietto.

Eccellenza . „ ,| L fottoferitto Segretario ha efpref» fa incombenza dai Sereiiiffìini Collegi di partecipare all' E. V. , phe le SS. LL. Serenifs. , a' quali è prefente 1* indefefTó zelo, che in tutti i tempi ha dimoftrato 1' Ecccllentifs. Marcello Durazzo per il pubblico bene, e i tanti fervigj refi alla Patria, non meno che la fomma di lui generofità anche recentemente mini follata oltre 1* inftancancabile attenzione, e vigilanza per il riftoro delle Regie Sale • hanno creduto, giudo di darle una riprova dei Pubblico gradimento con deliberare, che fia polca una Statua nel Gran Configlio a pùbbliche fpefe , rapprefenrante il prefato Eccellenciffimo Marcello . Quello Monumento renderà perpetua la memoria di quanto ha operato, V Eccellentiflìmo l'ud detto a benefizio qella Aia Patr-ia, e farà noca cosi la grata riconofeenza del Sercniffimo Gover

« 이전계속 »