페이지 이미지
PDF

SefenifTrma Repubblica di Genova di

provvedere alla quiete , e Gcureiz* de* loro fudditi fpefle volte turbata dalle perfon-c ntalvage, e facinorole; e con-fiderando che il mezzo p ù efficace per confegu ire un fine così talutare è q»«l!o di perfegnitaie i Rei di gravi delitti con tatto il maggior rigore, e Ji togliere ai medefimi la facilità dell* alilo r e iìcu rezza ne' refpetrivi loro Dormnjv Quindi è che abbiamo iti mito opportuno di accordare, e convenire, ne* Ceguenti Articoli ec. „ Firenze 8 Agofto. E* flato- partecipjto a Monfignore Scipione de' Ricci- Vefcova- di Piftoja,e Prato il feguenreMotuproprio . ,» ih A'tezzj Reale confideranno ,v3 che il btne dei Sudditi , .ed il buon Governo della Chitfa efige , che quello che la pietà dei Fedeli ha dedicato a Dio per Pefterno culto dei Templi, epcr il mantenimento dei làcri Mini ft ri fia con gru fra proporzione ditlribuito.on». de non' iccadà, che mentre alcune Chiefe fo<io pella indigenza vi (7ano dei Chierici che abondino dì fuperfluc rendite ; ed ef-, léndo venuta in cognizione per divertì reclami (lati fatti repTicaiaménre, che un tale abufb regnava principalmente nella Città di Fiftoja, dove alcune Congregazioni drPréti Secolari pofiédevano un cofpicuo patrimonio fenza che preft'a (Toro un conveniente lèrvizio a'PòjJoli per Y iftruzionce ràmrhihiffrazionedei Sacramenti , mentre che nella moftipliciti delle Parrocchie fe ne trovano afTai , e mal provvide dì rendita, efiruatein luogo poco decente e comodo per i Popoli i „ quindi è che lentito il parete del Vefcovo di Pilfuja, maturamente efaminato tutto 1* affire colla pienezza di quellr autorità che ha ricevuto da Dio per il bene dei Popoli che gli ha dato a governare , e per 1*' acoeicimento della Religione', che profefTa , è vehuta nella determinazione di (opprimere confórme iopprime , ed aboliteci Corpi delle tre Congregazioni, dello Spirito Santo, della T niti , di S» Mari» di Piazza , ed ordina parimente la diminuzione, e riordinazione delle Parrocchie della Città» c comanda altresì la foppreflìone dei Carpi di Compagaie Ecclefiaftishe e Se

M

colarr nel modo, e forma, e con # provvedimenti, che vengono dichiarati; nei feguenti Articoli. »

I. Ai Fratelli delle fopprefle Con* gregazioni vuole che fi faccia un afilgnazione dai feudi due ai cinque il mefe a proporzione del merito di eia", fehedu-no , ed il Vefcnvone faccia prontamente la propolirione, allignando loro il carico d- affiitere alla Parrocchia nei , giorni Fedivi >.o altro che li pairà conveniente .- y,

. » II. Ai FrateHi viventi accorda la nomina a quelle doti, a cui avrebberoavuto diritto , purché li trattidi.Sorelle cHìi Nipoti- di fratello dei medefimi, e, non altrimenti. ,> ■•!•;...

» III. Fra i detti Fratelli non detr bano- comprenderfi i Chierici, che neif fono per anshe iniziaci-; negli Ordini Sacri, ancorché fieno gw nominati ai. Polli delle Congregazioni; Vu-le fqla-. che gli fi' abbia un riguardo> per^ preferii e Fiì, ai porti idell' Accademia Lcclefiaftka di S* Leopoldo, e nei Concpffi , qualora dieno indubitaci fegnt della loro Vocazione. „<

i -IV.. Per avete un giurfo riguardo ai Patroni delle Voci della Congregazione di S. Maria di Piazzi vuole , che^ftjrlTégnino ogn' anno tre doti di feudi ty ì una^per le Ragazze delle Famiglie Patrone da- goderli per turno* e da ritirarli in occafionè dèi-Mairi* raonio delle medefime , e quando tra le Famiglie dei Patroni non vi frano ?Ra-gazze vuole, che vita naturale 'durate dell'i attuali Fratelli della 'fopprefTa Congregazione di S. -Marra di'-e Piazza fuccedano in quefto- diritte le-*' Sorelle, e le Nipoti di Fratello dèimedefimi. Nel cafb poi'dVHla mancanza totale di dette Ragazze capaci di '• quefte doti e della eltinzione delle Fa-' miglie Patrone vuole, cheil diritto per turno pafli nelle Ragazze deiConfer-vatorj delle Abbandonate , e delle Crocifittine . „

,, V. Qualora i Fratelli delle Congregazioni , a cui ha accordata la penilo ne goderanno il pollo di Priore, odi Cappellano Curato, cedi la penfioneaffegnata i »

«ne

* „ VI. Riflettendo erte vi fono alcuni , a cui già erano allègnati dei pofti nelle fopprefiè Congregazioni benché ite fotte folpefo il godimerito fino a certi determinati tempi ordina, ;che-in •ccafione di vacanza di qualche Cappellini a fieno prefcelti, quando previo 1* Sfarne fieno in grado di degnamente fbfteneriaIn cafo diverto, quando fi tratti di Preti morigerati, e da bene, e «he la fofpenfione al rgodimento dei porti venga-per un decreto del Veicovo, potranno ertere parificati agli altri Fratelli delle •Congregazioni. „

*'VII.^Lo.ftefiò ordina rapporto a quelli, che"hanno per più anni fervito ai Cori delle 'dette Congregazionian qualità di Softituti. ,.

* '•„ Vili. Dieci fole oltre la Cattedrale vuole, che fieno le Parrocchie nella Città, cioè S. Andrea, "S. Giovanni fuorCivitas, S. Paolo, Madonna dell' Umiltà, S. Vitale, S. Pier Maggiore, S. Bartólommeo, S. Leonardo, Spirito Santo, S. Prof pero.1 Sarà poi curà" del Vefcovo il determinare i limiti, ed il Circondario delle medéfime ■

*'( Sur.) continuato. ) Continuazione delle Irruzioni fer laformazione dei Campifanti. Vedjfc.fc.. • ,.Num.-6a. -pag. wjpj. J^V

,, ;. Tinche non li jiu.,^ „t< .....umlontre tutte le Sepolture murata, i quelle delle 'Hnjali fi conferverà per .incora f ufo,-fi praticherà ogni maggior diligenza per renderle -meno pregiudi•ciafì; A quèllo oggetto fi avvertirà , che tutte! abbiano una doppia lapida, che tra una lapida , e r altra vi fi dillenda uno Arato di Cenere timida , che oghivolta che fiàno tifate, una delle lapidi fia ferrata con gelTo; che non fia aperta troppo frequentemente la delia -Sepoltura ; E che non fi faccia mai lo fpurgo, e vuotamento delle Sepolture, ma fi abbandonino , < fi murino tempre quando ledano inferyibili ,pec erTer piena . „

„'6.'Dove faranno coftruiti i Campifanti a iìerro dovranno tuttiindiftintamente all'eccezione del folo 'Vefcovo edere in quelli inumati. Si intenderanno aboliti tutti i dritti delle Sepolture Gentilizie , delle Fraterie, delle Confraternite , o altri Corpi, dei Parecbi , e di qualunque al

tra perfona, o foci età in qualunque forma privilegiata in paJato per la tumulazione; E dovranno tutte genera.mente riempirti le Sepottu

're eiiftat-: nelle Chicle, Oratorj anco privati, Cafe Religiofe , c nei Campifanti Aedi quando nei già fatti ve ne follerò , (erma Sante la proibizione di coftruirne in qualunque luogo delie nuove; E riempite che Inno dovrà toglierli ogni lapida, o legno di Sepoltura , farviu fopra un piccolo gotto di fmalio, e murarli in pieno perfettamente. „

„ In quella operazione fi avverta a comprimere fortemente la terra -si perche -non feguano avvallamenti, si perche la fermentazione dei cadaveri -non la faccia rigonfiare , ed eCeii

: fuori, e fi eviterà di farla in tempo di citate.,, ,, 7. Rilpetto -alle Monache 5. A. K. gradirà che etle pur e fi uniformino a tali deterrainazioni ; ■qualora non folle poifibile il (uperare

: la loro repugnanza , ed i loro pregiudizi , per

>i Monaflerj che fono fuori delle -Città, e (laccati dall'abitato lì potrà («parere uua -pioco

'la porzione del loro orto per ridurli a Campofanto a fterro per le ■medéfime i e per gli altri Monaflerj i refpettivi Giusdicenti dovranno almeno afticurarfi con le opportune •vinte che (a tumulazione fi .faccia in luogo, ed in forma che porti il minimo pregiudizio pofftbile . „

[Sarà continuato . J

"Livorno tf. Agofto. Jcri giunte in rada Poi (acca di Bandiera Veneta procedente da Tripoli di Bar he ria , a bordo della .quale trovafi Mahamed-Bey,- Genero del Bjfsà di detta Reggenza desinato Ambafc latore alla Corte di Marocco-, quelli è andato al Lazzeretto a pafTarvi la debita contuimcja, dopo di che profeguirà il viaggia per il Tuo dettino . . Poco fa e qui arrivato da Tuni/i LeutoGenovefe flato colà ricomprato da' Barbareichi che 1' aveano predato: Ita fatto il tragitto in 6. giorni , ed il Padrone di tflo riferifee, che era pervenuta in quel Porto la nuova, che il noto armamento Spagnolo era giunto felicemente fotto Algeri..j

'Con lettere di Sardegna fi è faputo , che un Corfaro Barba refeo avea data caccia in quelle acque a divel le Barche di pefeatori di corallo, quali potettero falvarfi colla difefa di un legno armato che avevano in loro guardia

[ocr errors]
[graphic][ocr errors]

FRANCIA

Parigi 19. Luglio.

Cop eftrcmo piacere delle LL. MM. e di tutta la Coree S. A. R. il Conce di Arte ila fi è ritlabilico perfettamente dalla' febbre , che gli foprajgiunfe nel Tuo viaggio dei Paefi-Bjffi, ed ori li trova a Verfaglies in ottimo flato di faluce andando giornalmente dal Re > e dalla Regina.

Il Marcitele di Vergennes Ambafeiatore del Re preflb la Repubblica di Venezia nel dì 20. del corrente ebbe V onore di prender congedo da S. M. per portarfi al fuo dettino , effondo (tato prefentato dal Conte di Vergennes Capo del Configlio Reale delle Finanze, Miniftro, e Segretario di Stato del dipartimento degli Affari Efteri. Nel dì ai. poi la DuchefTa di MancheIter Conforce dell' Ambafciatore del Re d' Inghilterra fu pretentata alle LL. MM. , e alla Famiglia Reale colle confuete ceremonie Quella Amba feiatrice dopo «fière (lata condotta alla Sala degli Ambafciarori nella carrozza della Regina dal Sig. di Tolozan.fu trattata a pranzo dal Marchefe di Talarù Gran Macfrro della Corte , ove erano (tate imbandite due tavole di 40. coperte , di cui facevano gli onori la PrincipefTa di Chimay Dima di onnre della Regina, ed il pielndato Marchefé . Verfo il fine del pranzo le LL. MM., e la Famiglia Reale traverfarono la Sala, e falutarono graziofamente i Convitati .

Martedì pafTato gin ufo in quella Capitale un Corriere nraordinario pro

cedente da Londra . Si credè immediatamente , che il medefimo foffo inetticaro -di D fpacci contenenti l'vltima» to del Gabinetto di San Giacomo per la lotc lcrizione dei Trattati definitivi, ma lì è laputo dopo, che vien ritardato ancora quello fdfpirato avvenimento . Il Miniflero Britannico durante 1« vacanze del Parlamento fi occuperà fenaa dubbio con maggior libertà di quello grande affare , e agirà come i vecchi Miniflri, che avendo regolati i preliminari fenza la Camera dei Comuni, gli comunicò loro in foguito, allorché la medefima fi riapii. Il .predetto Corriere che da 1 j. anni a quertjr parte fa il tragitto da Londra a Verlaglies ha fofferto alla villa di Calais una tempefla così terribile, che non vi è efempio. Per lo fpazio di 28. ore il fuo Pacbottoè dito in procinto in ogni illante di efTerc inghiottito dall'onde.

Si afpetta quanto prima 41 -Corcie'te fpedito a Pietroljurgo, quale recar •deve la rifpofla dell' Imperatrice alla, dichiarazione , che la Francia le ha fatta , relativameute alla lpedizione progettata d' una Squadra Ruffa nel Medifcrraneo . Tale dichiarazione -contiene in fodanza ,,'Che il commercio dei „ Francefi nel Levante, e 1* intereffis ,, delle altre Nazioni non permetteva» ,, no, che enrralforo delle Squadre ar„ mate in quel mare ,,.

Le lettere di B re II in data del di 16. portano , che vi fi lavora tuttavia -colla medefimà attività , come le la guerra contini valfo ancora . Il numero dei Lavoranti non è (lato .liminuiW, e la coftmzionc dei Valiti li, ch«

eian*

fa'.

er -.r. J fui clutter! avanti la pace, còme 3 ;c!ie i 1 ili re irne nti dei vecchi le

di guerra Iu.i lono Itati intei; orli . I itili: tìngimi.-.: , che ilimo armandoli non a il J fi a mio nel Nord coina li fupponeva , poiché il caricano attualmente di alberi, di legno di corruzione , e di veic , c pai tiranno al più pretto che farà polli bile per Tolone. Secondo gli avvili del fudd. Sbotto i nuovi Vaicela il Mercurio, e il Seduce a'e avanzano a colpo d' occhio. A m i l'ara che dai Cantieri li levano gii rifarciti i vecchi Valcelli , fc ne pongono altri per detto effetto» dimaniera che lì troveranno tutti in gradoni clfcre annali ni pcimo ordine . Quel che perfuade l*pecia!rncnte,chc l'intenzióne del MiniAero è di tenere a Tolone deile to'7.2 pronte ad agire al bifogno , lì è c'ic di alcuni giorni 1 quelli parte fi inetto»' 110 inlieme delle prevviitoni psc un corpo di truppa , che deve rad jrui/i verfo le corte di Provenza. Tali u"ccauzioni indicano, clic h ri.'.'! a Carco jaenfa feriaueiire a forte ni re la dichiarazione ciie lu fatta all' Ambafeiato2 e deli' Imperatrice nel cilo cli-quèìla Sovrana perdita nel difeso Mi mandare unn Squadra nel Mediterraneo.

Si parli di gran cangiamenti, che devono farli nel 1' Amminiltraziunc delle Finanze. Il nuovo Controlcr Generale, le di cui mire, e inrc.-.zioni fino egualmente pure, fané, c giiut; di lineile de' luoi due lodevoli fiejtece.Tori Turgot, e Ncker, ha fatti adottare per quanto fi dice diverfi dei loi .;.pro;j;tti , che tendono tutti al f.dhevo »ìei popoli , e al bene generale delia Nazione .

La memoria dei sfortunati avvenimenti è fovente tramandata alla polleviri per mezzo di ferirti, tradizioni, e »jnalche rolta ancora per mezzo di monumenti, nel tempo che le azioni dc£ne di ef>ere fcolpitc fui marmo fono appena nominate e rimangon iepoltc nei più grand'oblio . Si deve rettificare dunqie per quinto di noi dipende quefta ingratirudine degli uomini, col rendere un omaggio lincerò , c non mendicato alle virtù, il di cui numero è cesi piccolo, quantunque fu così con

[ocr errors]
[ocr errors]

nerali è qui-ritorni to'da Parigi per unti ccinmilTìor.e particolrue, di cui,fi ignor ra 1' c-gectro . Sctvza dtbbio fi trv;a deilc dilnct.kà che ritardano la fottolcrizionc della pace,madnpo molte negoziazioni, e lc-nte/./.c, p.ue che ci conerà almeno la perdita di Ncgapatnaiu. Q;u!ri farà la lì;la obbligazione clip noi -.vreno a qtuìU. die- attcla una olì inazione mal xndata jwr un principio di -riferìtiinoiito conno r Inghilterra, (òno Ilari la cauli , che li è ricufato due volte di fare una p:cc f; parata colla me;delirila , giacché allora, avrclv baino potuto ottenere delie concisioni più; vantaggiose Si.lpera penò, che gli autori deli- poftrif pei dite al di 'c&\\ , e deìlrf Ht iìredivifiooi intonane 110:1 ritrarranno dai loro manegif' ,ch?l',odic, t il rifentimcnto di rutti la nazieìcc .

SVEZIA ...

SroxoLM it. Luglio. Jer mattina sl'.e ore 4. il ite fi rettifili alla fua Roiidan^a ( venendo psf la via di mare dopo ii . fuo viaggio latro in Finlandia- La M. S trovai: pcrfe-rtim:nte guarita dalla frattura J'otferra nel braccio, e gode nel rimanente un ottima lalute. A mezzo giorno in compagnia della Regina, dei Senatori e di tutta la Certe fi portò alla Cappella del CaftcHo, ove fu cantato il Te Dtusn in ringraziamento della felicità del fuo ritorno, e del fuo riltabilimenro. Dopo il fervizào Divino il Senatore Uarone Carlo Spar Grande Statolder di quella Capitale comunicò a S. M. la rilbiuzione, che il Corpo dei Cittadini voleva prendere affine di perpetuare la memoria del favore, cheli Ciclo aveva accordato al Regno eonfcrvandv i prcziolì giorni del loro Monarca: cnnlìlle quella di fomminifUaro una fomina di 4. mila rifdalleri effettivi per m.mtenere per fempro nel Regio Spedale qualche letto, ovc/faranno curare gratis le fratture di tutti quelli che vorrano elTer foccorfi . Il Re dopo aver gradita una tal rifoluzione, ha voluto che quelli letti fi chiamarTcro tetti di L'inlais , poiché al Campo di Loulais vicino a Tavaiìehus, fu il luogo ove la piflolata M. S. ebbe la ilifl;ra7Ìa di romperfi il braccio. Intorno poi alla dimora , e cólloqu) avu

« 이전계속 »