페이지 이미지
PDF

»• GAZZETTA UNIVERSALE*3

Nuth. IO. MARTEDÌ' 4. Febbraio IT&JÌ

[graphic]

FRANGIA

Parisi ai. Gennajo. A pace tanto defide'rata è (lata finalmente conchiufa. Jer mattina a norma di quanto fi ditte nei noftri fogli ne fu firmato il Trattato a Verfaglies da S. M. e dai Miniftri delle reipettive Potente, a riferva dei Plenipoten/iarj della Repubblica d' Olanda, quali non accederono a queft* atto per motivo di piccole differenze, che fperafi in breve pollano «fiere appianate; ma bensì con detta Repubblica è Rata in quello intervallo rifiata *una fofpenlione •* armi. Le condizioni non fono ancora (late pubblicate *, fi «lice però che frano le Seguenti: I. L'Indipendenza d* America, «con che debba rimanere fri dominio dell' IrighHterYà il Canada, la >Juova-Nco7n, e ìa rerza parte del mare , eke~feagna truefle; còffe. II. Ali* Spagna faranno cèdute le Due-Floride, i anche r Ifola di Minorca , ma Gibilterra, come li era Tparfa la . III. La Francia riterrà il pofleffo dell' Ifola di Tòbago, e Tutti gì' at«"i (labilimenti nell* Indie Occidentali faranno refìituifi reciprocamente. IV- "AH< Gran Brettagna refferà unricco- •Irabilirheritb Olandt-fe , che giace falla Golìa delGoromandel ; ePoftdichery Tari refo ai Francefi, unitamente a un* effa efienfiemè di Paefe . In confeguenza di un sì felice avimenro furono torto fpeditr cfprcflì imr Tutti i Porti per annunziarvi la ceflazione delle oftilirì , e fi crede che domini ri Sig. Firzhérbert Plenipotenziario Britannico farà introdotto formalmente «11-* x^iénti del Re* <ì

Oltre la relazione riportata concert nente V affare dell' Indie Orientali, fon* fiate pubblicate anche le feguenti notizie eftrarte da-diverfe lettere di alcuni Ufi7iali , la primi delle "quari è in dati del dì il. dello feorfo luglio dall' ItóS la di Francia. . '■

„ Il Marchefe di Bufsy doreva efsere raggiunto a S. Croce di Teneriffa dal Convoglio partito da Brefl: il dì Iti dicembre 1781. per portarli dopo una tal riunione al Capo di Buona Sperahz.1,; ove nondovea trattenerli che il tempo necefiario per far provvifioni di viveri per la Tua Squadra, e per quella del Sig. d* Orves. La grand* attività di quello Generale , e la fiducia, che gli hanno dimoftrara gli Olandefi, Io mefieró In grado di adempire a tali differenti oggetti nello fpazio di c. meli: di miniera che le fue forze ti di terrai che di mare potevano ttovarfi riunite ii'i quella Colonia nei primi di Giugno. Secondo ¥ ordine naturale dì 'tali difpofizioni noi dovevamo trovarci infier me prima dell' arrivo dei foccorfi deglj Inglefi, affine di tentare il pianò premeditato contro gli Stabilimenti £ntannici. Ecco gli oflacoli, che il fuddettó Sig. di Bufsy ha ' incontrati nel\a fUa efecuzlone. Giunto nel predetto Porto di S. Cróce 6. giorni primade)!* època indicata afpettò ihdaVno la Squa^r dra di Breft , e fu coftretto a partii fole» per andare al Capo di Buona Speranza; quindi venne infórrpato,! che il convoglio, il quale era fotto la (córta dell' affettata Squadra èra ftatp'dìi fperfo, ed in parte caduto .nelle mani degP Inglefi. Nel tempo ffeflo il Governatore Olandefe del Capo gli partecipi

<•!>*' chi avei ricevuto avvilo da Londra, e da Amfterdam della partenza d' «ma Squadra Inglefe, al di cui bordo vi erano j. in 6. mila uomini. Allora li determinò di lafciàre in detto Stabilimento i 500. uomini , che erano a bordo dei battimenti da trafporto di fua conferva per mettere al coperto queir importante pollo da ogni tentativo dei nemici, e partì per quelV Ifola ove giunte il dì 31. di maggio . La fua inflancabile attività lo indulTe a inviare molti Commiflari ai differenti Principi dell' Alia, e li occupa attualmente nel fare gran preparativi militari , penfando di metterli quanto prima alla vela da queft' Ifola con un grò fio armamento per la coffa del Coromandel, alfine di tentarvi un colpo de«ilìvo. „

Quella Lettera inrereflante ci di »n' idea efatta dello flato degli affari ■elle fuddette Indie . Efla dimoftra, che le nolire forze faranno in breve riunite in quelle fpiagge; Se la prima comparla delle truppe Francefi l'opra la cofta del Coromandel determinò HyderAly a rompere ogni negoziazione con la Compagnia Inglefe, lt deve credere, che le offerte di libertà fatte dal prelodato Sig. di Buffy agli altri Principi di quei Paefi a nome del Re, faranno favorevolmente accolte, e gli farà rifolvere a prendere le armianoftro favore.

Finalmente li è riflabilita la calma ■ella Brettagna ; i Commiffarj del Re fono giunti a regolare le colè in una maniera, che il Corpo della nobiltà confidando nella bontà paterna della M. S. fi è refo ai fuoi ordini perfuafo , che lotto un Sovrano pjufto, mai rimarranno lefi i privilegi.

L' Armatore il Picco/o Donkerke/i condurti? il dì 10. nel Porro di Donkerken il legno Inglefe la Francefca di sto. tonnellate procedente da Antigoa per Londra, carico di zucchero , e di alcune balle di cotone. Eflratto d' tuia lettera della Virginia, Provincia dell' America Settentrionali/ in data del Ij. novembre. .„ Iamo informati, che il Re di Franl3 eia ha fatti rifregliare de* nuovi Pentimenti di riconofeenza in quefli Stati 1 avenéo avuta la geoeroJhà di ito»

ricevere per ora i frutti di cui o' potranno cffergli refponfabili p fomme iiumenfc che la M. S. h: fiate agli Stari Uniti, e che non tenta di ciò li fia dichiarata, eli ne farebbe alcuna do.nanda fin fine della guerra , e che allora; derebbe ai medeftmi la. anni per gamento di un tal debiro . Dopo cognizione dell' Indipendenza de merica , fatta dalla Repubblica d' da , tentiamo con piacere , che Provincie abbiano aderito con gr

10 all' impreflito ivi aperto in '. del ffongrelfo . „

Gran-brettag;

Londra I<5. Gcnnajo. Jer mattina il Governo rii Dìfpacei della Nuova-Yorck reca mezzo del Pacbotto il I>nca di Ct land, il quale fi me Ile alla ve quella Piazza il dì 18. dicembr Capitano del medefìmo riferifee prima della fua partenza vi era vato il battimento 1" Avvoltoi», dente da Charles-Town con del tere del Comandante di quella la quale non era Hata peranch< cuata. Tali lettere annunziano 6. mila Realifti fi erano medi al la da S. Agoftino, fulla notizia un corpo di Americani voleva re di forprendere la fortezza di ftone, da dove erano ftati rei che un Ufiziale vi era rimallo v e molti foldati fatti prigionieri diverti ribelli erano flati fcacci Charles-Town, artefo il lor cai violento, e tumultuante ; che va ticolari aveano ottenuta la perm di rimanere in Città, nel calo 1 truppe Britanniche ricevettero 1' ne di andarfene; che i reggimen e 64. erano di già flati meffi a dei battimenti da trafporto; che fcello 1' Adamante doveva pan dì primo di dicembre con una glia per 1' Inghilterra; che il le guerra la Sicurezza fi era impat d' un battimento nemico di aa. ni, a bordo del quale vi era la dì a», mila pezzi duri con un di zucchero, partito dall' Avar

11 Maryland, e che era flato v agli Americani i chele ftuppe d nfgione in Penobfcot eran» fiate rinforzate da divertì diftaccamenri ivi portatili di Halifax; e che finalmente il Citate di 64- cannoni, e la Fregata la Pallide eflendo ftati rifarciti dai danni (offerti nella tempeita. del di 16. l'etcemhre, aveano inalberate le vele , affine di far rotta per i Porti della GranBrettagna •

E1 parimente giunto il Pacbotto il Qrmutham , fpedito dall' Ammiraglio Pi

fx di frizione nell'Indie Occidentali, e lettere venute per mezzo del mede fimo non portano intereffanti notizie da quella parce di mondo, annunziando foiranto, cuei legni componenti la Squadra del fuddetto Ammiraglio fi erano impadroniti di varj battimenti tante Franceii, che Spagnuoli carichi di ricchi generi.

Differenti lettere delle fuddette Iiole annunciano ì' arrivo dell' Ammiraglio Hgghes alia Barba da, e la partenza da S. Lucia della Fregata la Prefi-rfina : con un piccolo Convoglio perla Giammaica, e che il (lavanofacendo tutte le neceffarie difpofizioni per una fegreta fpedizione contro, gli ftabihmenti nemici .

Il Car. Grey è (lato nominato da S. M. Comandante in-capite di tutte le forze Britanniche, che fi trovano nell' America Settentrionale per fuccedere al General Carlcton, il quale deve ritornare in Europa a bordo della prima Fregata, che fi metterà alla vela dalla Nuova-Yorck .

Il partito dell' oppofizione fomentato dal Sig. Fox pare, che procuri invano d' impedire,, che le operazioni dtl MinilVero relative a una pace generale fiano approvate dal Parlamento. .Si crede, che la maggioc parte dei Membri darà il fuo voto in favore di fan così bramato avvenimento, tanto più, che lo Stato attuale delle noftre finanze và fempre decadendo, e non può riprendere il fuo splendore , che per mezzo del commercio . Quelle confioerazjloni importanti ci fanno credere, che nel difeorfo del Re alla prima fef- » .fione del Parlamento, la quale fuccederà il dì 11. del corrente , faranno annunziati alle due Camere i preliminari di un accomodamento ftabilitt fra le Por,errze belligiranti.

PAESI-BASSI

Haya ai. Gennajo. Gli Stari di Olanda, e di Wcftlrifìa hanno pubblicato un Editto molte rigorofo contro i libelli in generale , ma particolarmente contro quello intitolato La vera taufa della decadenza delti Slato. Nel preimbulo le LL. NN., e GG. PP. dimostrano lo sdegno, eoa cui hanno intefo edere (lato fparfo quarto fcritto calunniofo, fediziofo, ed a» hominevole , come anche il rammarico, che provano vedende, che nonolrante gli ordini reiterati contro le fa tire, la licenza di (lampare fu tali oggetti fra giunta all' eftremo, la quale ad alrro non ferve , che ad inafprire gli animi, e a procurare la tovina dei particolari .

Il Duca de la Vauguyon Ambifeiatore di Francia ritornò jer 1' altre dopo mezzo giorno in quella Refidenza, e nell' ifteffa fera ebbe una conferenza col Gran PenGonario della Provincia . Si crede, che quello Min idre fia incaricato di iaftruzioni relative alle negoziazioni, che fi tengono a Verfaglics, come anche di conchiuder* un Trattato di commercio, e di amicizia tra la Francia , e 1' Inghilterra .

GERMANIA
Vienna 13. Gennajo. -

Uno de' principali oggetti della Giunta Ecclefiallica è di efaminar«r feriamente il nuovo piano propello dal Governo per il regolamento da praticarti in avvenire sì per il numero delle Meffe 'quotidiane feftiv* da fiflarfi nelle Parrocchie, e altre Chiefe, sì per le Fede, e altre funzioni facre, che faranno ridotte ad un numero affai limitato , e fi dice per certo, che nel proflimo aprile avrà principio quello nuovo merodo , ed allora feguirà. 1' allontanamento di tutti i Preti ForcfKeri, come già fu detto, fpeciJmente di quelli che vivono della femplice limosina della Meffà , fempre-che noa abbiane da provare un continuato, domicilio di jo. anni in quella Dominante.. Affine poi, che fi abbiano foggetti di merito e dottrina per la direzione fpirituale, S. M. I* Imperatore ha fatto faperc alla fuddetta Giunta Ecclefiaflica edere £u* volontà, che venga eretto in que'di'Do<htnanre> uri SeSmflario Generale per i Prèti Secolari , dal quale fieno fueceflìvaraente tratti .i più t•ftruiti per cilere impiegati alla cura dell' anime nelle Parrocchie delle Provincie ^rfdirarie della CeraianU , dal'le quali rimarrà clclufo quilun (uè Prete , che non avrà (otti i Tuoi lludj in •detto Seminario , ore faranno ammefii in qualità di alunni, e feminarilli turti i Preti Auftriaci , e Ui.garefi . Per tale fondanone è (raro afTegnafo il vado Convento dei Domenicani,. che pilleranno ad abitare il foppreilb Monafiero delle Carmelitane Scalze . I Padri Min. Oflerv. di S. Franccfo dicefi che palleranno a condizione che la loro Chiefa fi a una delle nuove. Parrocchie, e che il Curato debba effère un Prete Secolare . Anche i Padri Minoriti fi Vuole, che abbiano ottenuto il permeffo di continuare a Ilare nel loro Monaftero, ma i Padri Trinitarj , o fia del Rifcatto, ed i Padri Carmelitani Scatzt, che fono nel Borgo di LeopolJftadt Tederanno fopprefli, mentre la Chiefa di quelli ultimi faràdedinata per la Parrocchia di detto Borgo.

Si danno preparando diverfi Sfinimenti di fuperbe Porcellane, e di pan* ni fini/fimi di Moravia, che dovranno fervire di donativo per il celebre Hyder-Aly in riconofeenza della protezione che accorda alla bandiera Àudriacà ne' fuoi Stati.

Il Sig. de Raab Conigliere nel Dipartimento di Boemia , che dopo un lungo, e fedele fervizioera (lato anch'egli confiderato nella nuova riforma , e che i fi. mila fiorini, che godeva di annualè adeguamento . gli erano dati ridotti a 1500. di pennone, penfava di ritirarli in pace ad alcuni ftjoi beili nella Ca^ rintia; faputofi ciò da Sua Maeftà, è flato aflìcuraro, che farà nuovamente impiegato, e dicefi per Configliere nel Governo di Praga coli' intiera paga che godeva per I' avanti.

Colle lettere di Clangenftirt fi è ricevuta la confolante notizia, che la R. ArciduchelFa Marianna fi è del tutto riftabilita da una febbre infiammatoria (offerta , e che per tal faudo avvenimento era flato cantato 1' Inno Ambrofiano nelle principali Cbiefe in rendimento di grazie ali' A Iti Almo .

}•;, , 'i • ••'».•'

S. M. V Imperatore ^imoftr^ tanta , premura per, la./olJeciK^tline (degli, apparecchi militariche,-ii.ihnao. t'iccndo.chc non.di rado fi porta-in per-, fona fulle rive del Danubio per affretx •tarne !e riedizioni,. che fi' fanno continuamente per 1' Ungheria,.eflendolidur giorni fbno imbarcate fra Je altre cor le tutte le calle di .fucili ,• e botti di farina , che erano nei Chioftri del foppraiflo Mon3ilero de' Padri. Benedettini come fi dille - Le lettere poi'di Lubiana del dì i«. dello feorfo mele portano la notizia , che le .truppe < ,efiflenti nella Stiria, e nella Carintia , abbiano avuto, ordine di mateiart Verfo. i confini della Bofnia; che i .Corpi dei P«ntonieri, e degli Artiglieri fono colà in gran movimento, facendo attuai-" mente apprender T arte di maneggiare il cannone a tutti quei foldati,-ahe in numero di 6. feno ilati levati da ogni Compagnu all' effetto di tener complete il numero di detti-Corpi.

Sappiamo inoltre, che la Corte di Pietroburgo tiene allettila fui Mar Nero una Flotta, confidente im*. Vafcelli da' 50. fino a'«£4.cannoni, e 1 Fregate da* 14. fino a' ji.-pezzi di artiglieria , continuando fempre a prender* delle difpofizioni verfo i confini dell« Turchia; e che la Repubblica di Poi ionia all' inilanze di quella Sovrani rinforza la Guarnigione di Kaminieck e provvede quella Fortezza di monizia ni da bocca , e da guerra.

Quantunque fi- dica, che la Cort di Berlino pofTa coadiuvare alle mir delle due fopraddette Potenze , non peranche noto il modo di cui fi fervii per queft' effetto: vi è peraltro chi fc dicne, che quel Monarca fia per lim tarli come Condividente della Pollon a cuoprire le tre parti 'diftaccatc , ed ("opprimere le ribellioni che potette inforgere in quel Regno* opinando s tri, che un corpo di 30. mila Pruffia fia per unirfi all' efereito dei Ruffi .

La Porta fempre lontana dall' e rrare in guerra, ha tenuto ultimarne te un Divano alla prefenza del Gr Signore, in cui ha rifòluto di adempì perfettamente ai tre principali artitx che per quanto fi dice , fervirono bafe al famofo Trattata della pace

Ka Kititàrrf*ì_i ma non Tappiamo tróm? farà psc.rifoìvere intorno alle altre domande , che fi pretendono ad e(Ta fatte , e delle quali fe ne ignora il contenuto. Non vi è dubbio peraltro , che la pace, o la guerra dipenderà dalla docilità , o dalla pertinacia della Porta Oteomanna fulle dette domande , nel dar rifpofta alle quali, fe ora ftà fergiverfand,o , fi vuole che ciò derivi dalla fperanza. che ha concepita di fentir pretto riunite le Potenze belligeranti ,; e aver foccorfo dalla Corte di Verfaglies. Che che ne Ila , corre voce , che in Francia (la fiata ordinata una leva di 40. mila uomini , e che a Metz, e a Verdun fi formano dei graffi magazzini, e le ultime lettere della Lorena portano , che dai Francefi fi fanno degli apparecchi per una guerra terreftre.confermandofi.che il Sig. di Maillebois debba comandare un' Armata fui Reno , e che altro corpo di truppe panerà in Alterna fotto gli ordini del Marefciallo di Broglio; e che finalmente il Conte di Stainville fi a per porli in marcia verfo la Fiandra con 40. mila uomini. . — <

T U. R C H I A .

Costantinopoli! f. Dicembre.

Il depofio Ofpodaro di Vallachia lp filanti non ha potuto, finalmente sfug« 1 re il Cordone , che di molto tempo gli era fiato presagito, non ottante la fu a afiutezza di aver Ialciati fuggire i Figli negli Stati Auftriaci , e le fmanie intorno alla lord fuga- Egli già dovea finire i fuoi giorni a Bukareft, ma la Porta volle che prima ritomaflero anche i due figli. Ottenuto quello , fu laici aro vivere in pace per qualche tempo in.quella Città, ove ha profufi» telori ai Miniftri del Divano per rien» trai e nella grazia del Gran Signore-i. ma Tempre- in vano, mentre dovette poi indariene in efilio a Rodi . Allorché tra in viaggio fu raggiunto da un Tef:à del Sultano, o fi a mafikggiero , che fecondo il coli urne Turco gli prefentò ti Cordone, e bifognò che torto folle Irangoleto. I due figli benché abbia* lo pagate joo. borie al Gran-Vifir » {emono tuttora nelle prigioni di StaD, incerti della loro forte , febbene tolto confidino nella protezione della torte di Vienna, che fu per fate ad

*flìrco»ferrar là ♦vita? che art errò?* di gioventù, !ha mefla in pericolo 1 T

II nuovo Bafsà, che la Porta ■ fca inviato a Belgrado , nominato Qenifeb Mahamcd , ha ottenuto un comando molto eftefò , e onorifico. Oltre la càrica di -Governatore di- quella Città , è fiato inffgnko del titolo di Bt%lerG'ìe di. Romelia , non contandoli in tutto i' Impero Gttomanno che due! altri fimili rivediti di quefta gran dignità nell* Afia , uno . cioè a Hutaja, P altro a Damafco. Ciò fa credere che pofla. àvere ifiruzioni di. plenipotenza nel elfo di qualche tentativo di guerra da -quelle parti, lo che non: farebbe difficile fecondo le - attuali dilpofizioni, e movimenti della Ruffia , e della Corte di Vienna,tanto più che vi fon' comprefe generalmente tutte le Provincie Europee della Porta Ottomanna , ove femprc fono inforte forti contefe colla Cafa d' Auftria . Dicono i politici , che il Divano continuerebbe a vivere in pace , e fi guadagnerebbe per lungo tempo un potente amico, qualora facefiè il facrifiziO' di ceder di buona voglia la porzione Turca della Croazia, .1* altra dèlia Dalmazia, 1' avanzo della Servia , e finalmente il feparato Regno di Bofnia. Potrebbe darli ancora che feguifTe qualche baratto col-» la Repubblica di Venezia, cedendo efH una parte della fua Dalmazia, effen^ do neceffario per 1'aumento-del commercio Auftriaco di avere cofte più efte{e per il tragitto del Mediterraneo.

Dopo 1' accennato riftibilimento di Sahin-Goeray fui Trono della Crimea, fappiamo che 1' Imperatrice di tutte le Ruffie gli ha fatto rimettere pet mezzo del- Principe di Potenfcin l'medine di S. Anna contornar» di- brinanti , unitamente a 100. mila rubli peifupplire alle fpefe della fila Corte. 1

Alle rapprefentanae -fatte al Davano dai Confoli Europei refidenti a Smirne, in doglianza delle prepotenze , ,e infiliti' commeffi contro i lo^ ro nazionali dagli arruolatori ielle Potenze Barberefche focalmente dì TVnifi, fu di qùà torto fpedito a quella volta un Mouhachk'f con firmano del Gran Signore per efaminare la condotta tenuta fu tal' affare dai Capi di quo\

« 이전계속 »