페이지 이미지
PDF
[graphic][ocr errors][ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

R T O G A L L

Lisbona 15. Ottobre .

PEr ordine dei medici il Re ha incominciato a prendere i bagni dell' Alcaffènas di acque minerali, c ficcoine la M. S. non fi trova ancora in grado di ufcire dal Pilazzo, tali acque fono trafportate nel Aio appartamento, e contmovrrà quella cura, fino a tanto che fi fia ristabilito perfettamente dagli incomodi (offerti .

S. M. 1' Imperatrice delle Ruffie ha mandato in dono a S. E. il Sig. Aires de Sà, e Mello , Segretario di Stato della noftra Sovrana nel Dipartimento degli affari eftcri una tabacchiera d' oro col proprio Ritratto , contornato di grotti brillanti , ed una fuperba pelliccia di rare pelli; ed al Sig. Emanuelle de Figuerita primo Ufiziale della Segreteria una tabacchiera parimente d'ero; tali doni fono flati fatti in confeguenza degli atti per la ratifica del Trattato dilla neutralità armata , a cui ha acceduto anche la no(Ira Corte.

SPAGNA Madrid 28. Ottobre . Varj funo i pretendenti alla cofpicua caricabile occupava S. E il Sig.D. Giufeppe Fernandtz de Mirai.da P'.n/e 'de Leon Duca di Lofada, Ciande di Spagna di prima claffe, Cavalier dell' Jnfig Te Online del Tofon d'oro, Gran' Croce di Carlo III., e di San Gennaro ec., morto a me fi diffe nel di 20. del corrente, ma fino ad ora non fi sa, chi farà prefcelro dalla M. S.

Dalle ultime lettere di Cadice fi fente edere flato arredato per ordine

fupremo il Governatore di Ceura . Si dice generalmente, che un tuie aTrefto fia in conseguenza di vaij ìtoami fatti, attefe le tltoilioni commelie dal medefimo contro iliverli battimenti delle Poterne neutrali in tempo della paffata guerra .

FRANCIA Parigi 4. Novembre. Si parla generalmente , che verta il dì 18 del corrente il Re fi porterà in Parlamento per tenervi un Letto di Giujlizia, e che il motivo di quefto palio del nollro Monarca fia di ftabilire una riforma dell' Amminiftrazione della GiufHzia , e delle regole fide , e invariabili per le procedure, per la formazione dei procelli te., lo che diminuirà infinitamente le fpefe dei giudizj per i litiganti, oggetto di un difprndioeforbitante da varj anni, e di reclami generali .

Nel dì 16. il Conte d' Andlaw, che il Re ha nominato fuo Alinittr» Plenipotenziario a Brufetles -ebbe 1* onore di edere prefentato alla M. S. dal Contedi Vergenncs . affini'«li prender congedo per portarli al luogo del fuo dettino. Il Conn* di MontmOrinv che è ritornato da Madrid vien deftinato Ajo di S. A. R. il Delfino-- Si dice, che il Duca de» fa- Vnwguyon gli.fucccd<.ià col c rartere-1 «Vi Amlialciitoré predo S. M. Catrolic*v e che- *, queft' ultimo verrà luviogaro all' Aji il <'av. de la Luverne ntMtro Miniftr» predo il Cun^rcffo.

Il Sig. d' Alembert ha dovurn finalmente foccombere- alla in*l*tria , dalla quale era ftatO' «taccarto. Ma! nominato il Marchefe ui Condorctt

lue

[graphic]
[ocr errors]
[ocr errors][merged small][merged small]
[ocr errors]

che vengono percetti dalle altre Nazioni commercianti dell' Europa. La medesima permetterà nel tempo stesso, che vengano moderati i Dazj nei Dominj d'Occidente, e finalmente nell' offrire delle facilità al commercio, e all'industria più non si temerà, che le nostre arti, e manifatture perdano la preferenza, che debbono avere da per tutto, attesa la gran popolazione del Regno, che le forma a miglior mercato, che in tutti gli altri Stati. Le notizie di Germania, le quali avevano annunziato, che il tutto stiva per riconciliarsi fra il Gran Signore, e le Corti Imperiali erano premature. Si assicura, che il nostro Gabi- . netto continova le sue operazioni per appianare le insorte difficoltà, e che il

[ocr errors]

"tradizione, che regna negli affari 'del '(".Nord prova aìmcnu, quanto il fegref'to delle negoziazioni, e delle opera*;;zioni militari fia fcrupolofamente offfervuto, e che bifogna afpcttare dei ^dettagli ulteriori, prima di arrifehia'i3X9 cofa alcuna di certo fopra la guer'^ra, o la pace fra il Turco, e i fuoi <n? formidabili vicini. Frattanto quali gior* nalmento pafTano dei Reggimenti, che Wl marciano verfo le Frontiere, e labaro fcorlò il Principe di Condò fece la rivifta della fua Legione , e del fuo Regpimento dei Dragoni nella pianura ili 'San Dionigi.

r GRAN-BRETTAGNA

>J Londra 30. Ottobre .

Il Sig. Jay nominato MiniftTo degli Stati Uniti d' America alla Corte ;: di iMadrid, e che fi trova qui, ha a» vute diverfe conferenze col Sig. Fox ? e con gli altri Minilrri di Stato. E' i: probabile chi fi fia trattato nelle me: de lì me di rifTare tra le due Potenze una tariffa, e di fare dei regolamenti per il reciproco commercio. Si prevede che in q uefta convenzione il udirò Governo fari obbligato ad abbandonate i principi del fa ir.ufo Atto di navigazione .

Fu tenuta jer mattina un' AflemMca particolare di CommifTarj alla Banca della Teforeria, alla quale il Duca di Portland prefiedè in perfona . Lo flato del credito pubblico richiama la { feria attenzione dei Minilrri. Quantunque fia irata conchiufa la pace, le l Azioni con forprefa d'ognuno non cre:< feono, anzi rimangono in un piede, in li cui non fono mai fiate neppure all'èi poche le più cririche della guerra , la ■:■ qual cofa shigottifee molto la maggior

parte della Nazione. f La Corte ha ricevuti dei Difpacci

$ del Gcn. Elliot, ne' quali dice che i tutti i rifarcimenti da farfi nella Piazza i fono terminati, e che era fi occupa a ;, far riedificare la Città. Soggiunge ef'I l'ere ivi arrivato un gran numero di ì Famiglie Inglefi dall' Ifola di Minorca, le quali afTuefatte al Governo Bri:,: tannico , non hanno potuto adattar fi a %. quello di Spagna.Tali Famiglie aflìcui rano.cheil commercio di quell' Ifola j: è affatto diftrutto, e che tutte le forti; ficazicni erano ftate demolite.

P A E S I - B A S S71

Haya 4. Novembre» La fefììone degli Stati della noftr'a. Provincia è fiata prorogata fino al di 19. del corrente. Nella fettimana feorfa vi fi tratto di rettificare alla Cotte di Francia la riconofeenza della Repubblica per la generofa condotta di S. M. Crifrianifuma in una maniera più didima di quello che è flato fatto in virtù della rifoluzione degli Stati Generali del dì aa. dello feorfo . In quanto al Trattato definitivo con la GranBrettagna , l'affare rimane nel medefimo flato , perfiftendo la Corte di Londra a volere, che le LL. AA.PP. trattino direttamente in Inghilterra cprt efTa , e la Repubblica dal canto fuo non fembra difpofta ad allontanarli dal fuo filicina. Si pretende inoltre, che il Sig. Fox Segretario di Stato abbia fatto io» finuarc per mezzo di alcuni Miniftr» efieri, che qui rifiedono , che la perfona del Barone di Lynden, che era Inviato a Stockolm propofla dalla Provincia di Zelanda per portarli col medefimo carattere alla Corre Britannica dopo il rillabilimento della pace, non farebbe di fuo gradimento. GRAN-RUSSIA Pietroburgo 7. Ottobre. Ultimamente il Miniftro di S. M. 1' Imperatore ricevè un' efprefTo fpeditogli dalla fua Corte, ed altro ne giunfe da Coflantinopoli. E' noto, che le negoziazioni vanno cuntinovandofi.ma non fi può affermare , fé quelle condurranno alla pace , o alla guerra . Intanto vanno qui prendendoli le confuete, e molte volte accennate difpofizioni intorno ai preparativi , poiché oltre \% fcritta leva d' un uomo- fopra zoo. fi aumenta la truppa di Terra, e fi lavora con ardore , ed affiJuiri all' ingrandimento della marina. Egli è già qualche tempo, che quella Sovrani dette ordine, che per mantenere le forze navali fopra un piede rifpettabile , follerò coflriiiti ogni anno tre Vafcelli di linea di 74. ai 100. cannoni, e per confeguenza oggi alla prefenza di S M. L ne fono (lati lanciati all' acque due , che uno di 100. chiamato i Tre Padri dell/t Cbie/a, e altro di 74. il S- Già. Gri/ofltMQ. Il primo di quelli nomi è . V ilìeflb

[ocr errors]

pelliccia di martora 2ibellina , iovtvi il nuovo Ciar predare in prefenza ii Miniltro di Ruflìa il giuramento di fi deità e d' omaggio, come VatTallodi Trono di tutte le Ruflìe , fecondo I formula prescritta . IV. Il Serenifs. Ca promette di non entrare in alcunicot rifpondenza o comunicazione fenz»! partecipazione del Miniftro di S. M Imperiale refidente alla fua Corte, coi alcuno dei Principi, o Sovrani vini de'fuoi Stati, impegnandoli nel eaii che ricevelle per parte di quelli ulti mi alcuni DiIpacei, o Inaiati di con l'ukire fopra le rilpofte a dette lew re, egualmentcchè fui ricevimento, « partenza degl' Inviati, non folo con il l'uddetto Miniftro, ma ancora coni principali Comandanti delle Frontiere della Ruflìa. V. Siccome S. A. S. brama di mantenete un Miniftro allj Corle Imperlale, S. M. lo riceverà con gli onori dovuti ai Miniflri rivediti dell' ifteflb carattere Je.'le Potenze Covrane relidenti a Pietroburgo , e dal canto fuo manterrà un altro Afi mitro alla Corte di S. A. S. VI S. Af. Imperiale permette per parte fua , e fuoi Succefs.iri , i. Che c(Va conliclerera in avvenire i popoli de' due Imperi talmente vincolati con quelli dell' Impero Rullìi, che riguarderà i loro nemici come fuoi propi j, confeguentemente gì' intereflì di qjelh due popoli faranno fcrup^lofimente regolari , e nflervati in tutti i Trattati fìtti, o da fi ili colla Porta Ottomanna , la Perlia , o qualfivoglia altra Potenza: a. chetila manterrà coftantem. , ed in perpetuo li Cafa dello Czar EraclioTeimuraf ^witfch, fuoi Eredi . e SuccelTori nei loro domini > • 1* Reggenza dell' Impero di Kartalinia, e di Kachet, 3 che abbandonerà intieramente , e unicamente s S A. S. lo Czar ogni manuten7Ìooe dell' amminiftrazi ne interna di.-' fuoi Stati , come ]' impofizione, e 1. percezione del'e rendite, tributi, impili/ioni ec. VII In contraccambio lo Czar s'impegna per parte fua e fuoi fuecello; i 1. di mantenere la fua armata in lì aro, e pronta ad ogni evenro d' agire per il fervizio di S. M. Imp. a. di confultare in tuttociò che riguarda gli affari, e gì' intereflì del!a M

S. Irap

S. Tmp. i Capi Comandanti le fue truppe; di condefcenderc alle domande che potrà nno fji gli, e di pmceg^ere i fudditi Rudi contro qualunque oppreflione o violenza }■ d' aver riguardo negli avan?amcnti da ferii nella fua armata , principalmente agi' Individui , i quali per la loro fedeltà e ltrvigj fi fono fatti merito in favore dell' Impero di R iffia, dalla di cui Sicurezza, e protezione dipende la (alate e la profpentà di quello di Kartalinia , e Kachet ... ( // fine in altro foglio. ) P O L L O N 1 A Varsavia ip. Ottobre. Le notizie che riguardano i correnti affari, e particolarmente quelle della Turchia fono più, o meno incerte , atrefa la circospezione con la quale vengon" foitte: la follevazione per altro dei Georgiani, e la loro incui (ione nella Natòlia , pare che vada confermandoli . Il numero di quelli fi fa afeendere a 50. mila uomini, e fi crede , eh.; tal guerra intestina fìa tanto più dannala per la Porta, in quanto che li fuppone , che' oltre 1* efler non fenza faputa della Corte di Pictrohur-' go, fia ancor concettata con 1 Peifiani , i quaii moStranocoi loro movimenti di volerne almen profittare. In mez*r> a tante, e si varie circostanze, la condotta del Divano diviene ogni giorno più problematica II rifiuto dei doni dell'Imperatrice fa vedere una determinazione per le ofhlità, o almeno una in efoluzione , che proibifee alla Porrà di trattare la Ruffia come amica . AfTìcurafì che a Costantinopoli lèguiri il tumulto del popolo , che domanda la guerra, al quale fi vuole che abbia accrelciuto f irza un difeorfo fatto dal Gran Signore che „ fe la Religione 1' avelie permfcflo, egli fi farebbe risòluto p ù volentieti a fare il facrifizio ielle fue più belle Provincie d' Europa, che alla p,u< rra „ difeorfo che ha prrdntto un gran movimento, per cui, fi dice , che i Ministri delle due Corti Imperiali abbiano dovuto per qualche tempo llarfene in cafa con molta cautela. In cai pefizione di cefi-, in cui fotfe il Ministero Ottomanno farà forzato ad edere il primo ad incominciate le edilità , prudentemente concinuva

a prapararv ili , giacché fi vuole clic allj prò Ili ma Primavera polla aprirli fui Danubio una leena aliai fanguinofa .

Il Sig. di Bulgakow Minitiro Ruffo preiro la Porta ha ricevuta una lettera dalla fua Sovrana , in cui gli viene ratificata la di lei foddisfazione per i fuoi fervigj. Quella provvifionalmente glie 1' ha accompagnata con 10. mila Rubli, e S mila per la fua Cancelleria , con la premi ira d' ulteriori ri

Compilile .

GERMANIA

Vienna 6. Novembre. I Cavalieri della piccola Croce che in Num. di 7. furono promofii , e dei quali non fu riportato il nome fono ì Seguenti. Il Sig. Conte Pietro Verri Prendente del R. Magiftrato Camerale di Milano. Il Sig di Mullendorf Prendente della Camera dei Conti nelle Fiandre Aultriachc . 11 Sig. Giufeppe de Izdenezy Configliele Aulico del Dicastero Ungarico Tranfilvano , e Teforiere dell' O.dine . Il Sig. G10. Matteo de Pucbberg Cefareo R. Consigliere Aulico . Il Sig. Paolo de Szlavi R. Afieffore del Tribunal Settenvirale d' Ungheria . Il Sig Francefco de liollefiif' Consigliere del R. Camera d' Ungheria; ed il Sig. Antonio de Bedocovics ViceBano della Croazia. In tale occalione S. M. F Augurio NoStro Sovrano fcritfe al Principe di Kaunitz il feguenr.» graziolìflimo Biglietto .

Mio Caro Principe. "TvF 0 *Pei*'re 8'1 Oidini al Cari» L*< celliere d' Ungheria pei la futura promozione nell'Ordine di S Stefano, ho voluto darmi la foddisfazione d'immaginare qu.dchc cofa , che vi faccia piacere, e però vi lignifico avere

10 conferita la Gran Croce del detto Online al mio Ambafciat re in Spagna,

11 quale , e come voilro Fi_li>, c come Ministro la merita a preferenza . Sapendo poi quanta parte prcndiare per il Conte Filippo di C< brntzel ViceCancelliere, v' incarico di fargli fapere, che egli è usualmente nominato Gran Croce. AHdii,, mio Tiro Principe; nort'dubitate nè della Giustizia, che vi rendo, nè dell' nmicizia che vi proftflb. „ »6. Ottitlrt 1783

Giuseppe .

[graphic]
« 이전계속 »