페이지 이미지
PDF
[ocr errors]

Est. Quel rio ricco area soltanto... . Gas. Ricco, è vero, ricco? Est.

[ocr errors]

Ma da lui, già tanto irato,
Fu il meschin diseredato.

Gas. Dimmi un poco; nel possesso
Del retaggio chi fu messo?

Pst. Io.

Gas. Tu !

Est. Certo; e ne destino

La metà per mio cugino.
Gas. ( Colpito. -
" Come l.. E l'altra?
Est. . E l'altra, a voi
Per mercede la darà.

Gas. ( Nobil core!..) E credi?.. e vuoi?..
Est. Accettate. a e

Gas. Aibò, aibò.

. Est, ( Prendendo le mani di Gas. e correndole

di lagrime )
In voi quest'alma confida e spera...
Al corvi scenda la mia preghiera;
E se non basta quanto io posseggo,
V'offro il mio sangue, la vita ancor
Se al mondo ei torna, s'io lo riveggo,
Morrò contenta... morrò d'amor.-

[ocr errors]

Ma via, sta ferma bella ragazza... ( Quegli occhi versano di pianto un rio!.. e generoso, che fido amor! Ah ! che mi sento commosso anch'io!..

[ocr errors]

Tanta innocenza mi tocca il cor!.. )

Est. Ah! crudel non rispondete?
Gas. Io crudel? ( Imbarazzo. D.

Est. , Si, si.
Gas, sa

[ocr errors]

E quanto!

Lui sol voglio per marito, o
EL

- -- v - , Est. la promessa fatta avete.. Manchereste i . Gas. Che mancare I ( Se la tolgo dall'inganno o muor d'apoplessia, ) Est. rro dunque, e tutti udranno... e Gas. Che? ( Subito, sgomentato. Est. Tornate a bilanciari Ma Dottor, la morte mia - ,

Voi bramate -
( Cacciandosi le mani fra eapelli, e batten-

do operatamente a piedi )
Gas. (Con opio di pianto.) (... io chi ho da far?)
Est. Faeendo ogere Gas dalla otta parte, e ve

dendo la o commozione ) ,

[ocr errors]

Si, Pedrio sia risorto... ascio il vivo e prendo il morto... Amor mio, mio ben, mia speme, Tornerai vivremo insieme – Io non so che mondo è questo, Se deliro se ragiono in me stessa più non sono Parmi, ah! parmi di sognar! - si Con estremo trasporto di gioia, ed in atto di partire ) o“:

Gas. Ei fahciulla i ferma senti.
Non lo nego, io posso, è vero o
Con la scienza oprar portenti,

lar la vita a un cimite,
Ma però ... cioè, rifletti ... -
( Non ho scuse non ho dettit - o

Ah ! che i vivi a lei d'intorno - Correrebbero a dozzina, l- E costei per mia rovina

Vuole un morto richiamar i )

- - - a7

[graphic]
[graphic]

e o ( Estella ripete i versi precedenti, quindi - parte frettolosa.

Gas, Estella? Estella? Aspetta non andare... –

Corre come una leprel. Non e' è più rimedio !.. Maledetto Pedrillo!.. maledetto il momento che feci pubblicare quel bizzarro manifesto ! ( Nella mas sima disperazione si strappa la veste sfarzosa, la getta per terra e la ealpesta ) , , o ci - i vrrir e v s C E N A vu , s Colantonio, e detto a Col. ( Colmo di gioia, ed avendo un sacco sottà il braccio. ) Collega, collega gioisci meco !... il merito alla fine è conosciuto ! la virtù è premiata ! In questo sacco vi sono millecinquecento reali! Gas. ( Vuoi star fresco tu pure ! ) Col. Pare che in questo paese non amino troppo gli antenati ! – Entrai nella casa d'un ricco mercan

[ocr errors]

te, che ha perduta la moglie, e vive in una tran

quillità, sconosciuta per lui quando ella esisteva al solo nome della defunta è corso allo scrigno, ei mi ha posto in mano trecento reali. Dopo mi sono imbattuto in due che si erano rimaritati... Figura'ti il loro spavento fu doppio guadagno! Qui mi naccio di rendere la vita ad un procuratore, e tutti i suoi elienti si levano in massa, dandomi una bella somma, perchè si lasci ove si trova Annunzio colà il ritorno di un vecchio medico, e l'intero villaggio fa un guanto per non turbare il suo eterno riposo. – Ah ! la tua scoperta val più di quella di Cristoforo Colombo! Egli dovè correre sino ad un altro mondo a tentar fortuna, e noi la facciamo in e questo le Gas. Il nostro vascello si è arrenato! Mi son compromesso di resuscitare un certo Pedrillo, un povero diavolo, che non aveva nulla, ed in conseguenza non v'è un cane che si opponga, i

[graphic]

Coi. E chi ti ha insegnato a fare il tuo mestiere? I medici famosi non curano che i riceni. Gas. Sapeva io forse ch'egli era un miserabile? Patto sta, che a momenti si raduneranno qui gli abitantit. Non abbiamo che una mezz'ora ! cot. oh poveri noi! Dopo la contribuzione a cui li ho sottoposti, se non facciamo ritornar Pedrillo, son capaci di mandarci a trovarlo! Gas. Non v'è altro partito!.. Fuggiamo. Col. Dici bene!.. è quantunque porto la cassa, non sarò meno sollecito di te nella ritirata. Gas. Non perdiamo dunque un momento. (S fisco

minano. )
S C E N A IX.
Pedrillo, e detti.

pel. ove andate? È vestito meglio di prima o a un mantello nero piegato sul braccio. Gas ( a voce bassa. J Non dir nulla ad alcuno, camerata, noi fuggiamo. poi. Non vi movete, o siete perduti. Tutto il vil"si è a rumore, si dice che siete due ciarlataniiol. Oh calunnia i s a Fra i più accorti han cercato d'apri gli occhi alFAlcade; esso è pieno di stizza e di maraviglia,

[ocr errors]

due si tenti farsi giuoco d'un suo pari, ed ha gia

rato di punirvi, se non darete effetto alla promessa esperienza. Intanto che io vi parlo, siete già guardati a vista, ed il menomo tentativo di evaione, diverrebbe il segnale della vostra rovina. Ges. E come uscirete da questo imbroglio? Rsi. Appena udito il vostro pericolo, da un amico, in casa del quale mi son trattenuto, e che mi ha ornito le notizie che vi trasmisi, corsi veloce, con la speranza di salvarvi. Gas. o in qual modo? Ped. Ascoltate: vi è qui presso un antico acquedotto, di cui queste rovine son parte; io conosco, sotto le volte di esso, un oscuro eammino, il quale con

[ocr errors]

duce ben lungi dal villaggio. .

Col. Bravo! -
Ped. Però bisognerebbe giungere a quelle volte, sono
za muover ombra di sospetto. -
Gas. Vi andremo l'uno dopo l'altro. . -
Col. Ed io pel primo. - Fortuna soccorri, due per
veri birbanti. ( Si allontana, voltando alle spal-
le dell'edifizio rovinato. ) o
Gas. Dopo qualche istante noi lo raggiungeremo.
Ped. Sì, ed uniti lasceremo per sempre questo paese-

Gas. Che l vuoi dunque?.. - si - - -
Ped. Seguirvi da per tutto. a
Gas. E rivedesti la tua amante?

Ped. Avrei accresciuto il suo trionfo... ella ignora ch'io son quì... nessuno mi ha visto. L' amico, del quale si parlai, vive solitario in una sua vio gna lontana dal villaggio, e quando uscì, per oer carmi questi abiti, lo pregai a tacere del mio rio torno, onde non espormi allo scherno del paesani

Gas. In somma la tua bella?.. . .. .. .

Ped. M'ha tradito, crudelmente tradito l... Voglio di: menticarla... fuggir voglio questa terra in cui ad ogni momento si ravviva il disperato amor mio

Ove il mio sguardo aggirasi, e

0ve trascino i passi i - L'infida a me rammentano - I tronchi, l'aura, i sassi ! s . Gonfio del pianto mio, e Parmi che scorra il rio, . . . Che il gemito del vento.

e Ripeta un mio lamento
Tutto la mia ferita , è

Quì serve ad inasprir!..

Quì mi saria la vita e o
– - a e a
Lungo, erudel morir . . . . . . .

a v -

[ocr errors]
« 이전계속 »