페이지 이미지
PDF

La poesia è di SALvanoRE CAMMARANo.
La musica è di LUIGI CAMMARANo.

Architetto del reali teatri e direttore delle decorazioni Sig. Cav. ANToNIo NiccoLINI.

Appaltatore della copisteria e proprietario assoluto degli spartiti in partitura, Sig. Gennaro Fabricatore.

Direttore del macchinismo, Sig. Fortunato Quériau.

Capi macchinisti, Signori Luigi Corazza e Domenico Pappalardo.

Direttore del vestiario, Sig. Eduardo Guillaume.

Attrezzeria disegnata ed eseguita da Signori Luigi Spertini e Filippo Colazzi.

Pittore pe figurini del vestiario, Sig. Filippo Buono.

Direttore ed inventore de fuochi chimici ed artificiali, Signor Scipione Cerrone.

Direttore, appaltatore dell'illuminazione, Sig. Matteo Radice.

[merged small][ocr errors][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small]

Signora Buccini. - o ESTELLA, fidanzata di Gregorio, ASignora Granchi. e ZERLINA, cugina di Estella, - Signora Salvetti. GREGORIO, ricco villico, Signor Rossi. UN BANDITORE, Signor Tucci.

Paesani d'ambo i sessi. – Guardie. La scena è in Spagna, e propriamente nel vil

laggio del Rocco. L'epoca è il secolo XVII.

7 ATT o UN I Co. scE N A P R 1 M A

La piazza del villaggio. – A destra la casa di Estella , a sinistra un antico edifizio, a cui si ascende per tre o quattro scalini: dal medesimo lato una iorre, sull'alto della quale la campana del Comune: in fondo colline ridenti.

Gaspare, quindi Colantonio, e Pedrillo.

Gas. . Sesiati. coraggio... – s

- ( Ancor dentro. ) 0h per bacco l.. Allegramente l.. - ( Uscendo. ) Col. Che mai vedi ? ( Di dentro. ) Gas. - Che? Un villaggio ! Col. Un villaggio ! Gas. Certamente. Ma sollecita quel passo, o Infingardo, lumacone !

( Comparisce Colantonio con valigia, e sorreggendo Pedrillo, che sarà coverto di meschini e logori vestimenti. ] Col. E costui... – Su questo sasso, . Via, riposati, garzone. ( Facendolo sedere sopra un frammento dell'edifizio suddetto. ) Gas. Buon per te, che a darti aiuto Ci guidò la sorte amica! Sulla via, colà svenuto Tu giacevi... Ped, La fatica... La miseria... Fui soldato : Qui dal campo io fo ritorno. , , ,

[ocr errors]

Ped. Congedato. -
- E voi due?

Gas. Corriamo intorno
Agl'infermi, ai moribondi -
Ritornando, la salute. . -

Ped. Siete medici?

Col. Profondi !

Gas. Di dottrine sconosciute,

D erbe arcane, portentose - Noi sappiamo la virtù, Col. L'opre nostre son famose, Immortali... e forse più ! – Ped. ( Che a poco a poco si è meglio riavuto, gira intorno lo sguardo, e vista la casa di Estella, sorge ansioso, e volge il passo a quella volta. - ( Che veggio !.. Quai memorie

- Soavi, e triste insieme!.. -, Col. ( Le forze gli ritornano l.. ) Gas. ( Guarda quel tetto, e gemel.. )

Ped. ( Qui soggiornaval.. )
Gas. ( Accostandosi a Ped. ) Il medico
Vuole osservarti un poco.
Quel volto pria sì pallido,
0r si covrì di focol
Pulsazion frequente!
( Tastandogli il polso. )
Le luci semi-spente ! –
Tu cotto sei d'amore.
( Con tuono dottorale.

Ped. Oh ! ( Maravigliato. )
Gas. Non è vero ?, l
Ped. - E ver.

Gas. Io leggo in ogni core !

Sorprendo ogni pensier ! – Ped. ( Con accento passionato, ma ingenuo. )

Obbliar sperai partendo
- Un oggetto troppo amato
E da cieco combattendo
Quasi a morte fui piagato.
Pure il ciel mi concedea
Riveder la patria terra,
Ei nel petto mi chiudea ,
Le ferite della guerra...
- Ma riporto in mezzo al cor
La ferita dell'amor ! -
Gas. 0r che il male ho discoperto,
Al rimedio, su figliuolo.
Ped. Oh! qual mai?
Gas. - D'effetto certo
- Ne possiede l'arte un solo.
Ped. Ed è questo?

Gas. Il matrimonio :
Ei ben presto l'uom guarisce
Dall' amore.

Col. - Colantonio

Te ne accerta. – Non fallisce Di Galeno il gran recetto ! . Ped. Io sposarla!.. – Sorte ingrata!..

Gas. Tu sospiri !
Ped. Mi fu detto
Ch'ella... –

Gas. Ebben?
Ped. - S'è maritata.
Col. Niente meno!
Gas. In fede mia

- Or non so che cosa dirl Ped. s" nuova non mentia, - , Morir voglio ... Con impeto. Gas. Col. vog - o morir! p )

Aed. Se t'accendesti di nuovo ardore,
Se ad altro oggetto donasti il core,
Donna spietata, l'estremo addio

[ocr errors]
« 이전계속 »