페이지 이미지
PDF
ePub

due orifizi corrispondenti sono l'uniche porte per le quali i! borghese comunica col mondo esterno. Se l'ano non espelle i L superfluo, la bocca non può esser nuovamente riempita e per conseguenza non può esser compiuta l'essenziale missione dell'uomo su questa terra.

ANONIMO

Il « vile anonimo » è quello che scaglia il sasso e nasconde

la mano. Noi siamo tutti un po' anonimi, non foss'altro

pei;hé nascondiamo il vero nome nostro e lo strozzino

si fa chiamar banchiere, il letterato si fa chiamar poeta e

- il demagogo si fa chiamare padre della patria.

Il borghese condanna le lettere anonime perchè ha paura di riceverne ma però, siccome gli piace di far la spia o l'insultatore senza pericoli di brutte conseguenze, ha trovato un sistema ingegnoso che mette in riposo la sua coscienza intemerata: le scrive a macchina e le firma con un nome falso.

ANSELMO D'AOSTA (1033-1109)

Santo: il primo degli scolastici. Celebre soprattutto per suo Monologium, che fu paragonato, per l'altezza del pensiero, alle confessioni di Sant'Agostino.

A lui si deve il famoso argomento ontologico dell' esistenza d' Iddio, che ha dato origine a tante dispute, da Gaunilone a Kant. In poche parole è questo: abbiamo 1' dea d'un essere che non si può concepirne uno più grande. Ora questa idea implica necessariamente l'esistenza, perchè l'esistenza è una perfezione la quale non può mancare al più grande essere. Dunque Dio esiste.

Quest'argomento non fu accettato da San Tommaso e da altri scolastici, ma il fatto che perfino Kant abbia sentito la necessità di confutarlo dimostra che contiene, se non la prova assoluta, per lo meno l'avviamento a trovarne una di più: Dio come esigenza interna del pensiero.

« ANTE GUERRA »

Fu «il tempo dell'afa paurosa e delle fermentazioni diaboliche ».

Ma agli occhi cisposi di coloro che lo rimpiangono sem

182

brava soltanto un tempo spensierato, felice e grasso; invece era gravido, e aveva in corpo ogni specie di mostri e di diavoli.

Quando incominciò a partorire mise alla luce, una dopo l'altra, la guerra, le rivoluzioni e la pazzìa generale.

Oggi ciascuna di queste orribili figliuole, rimasta incinta a sua volta, sta per mettere al mondo altri mostri. Avremo forse altre guerre, altre rivoluzioni, altre pazzìe, altri orrori; finchè gli uomini, prima battuti e poi illuminati da tanti flagelli, si volgeranno, dopo aver tentato invano di spengerlo e di distruggerlo, verso l'unico faro rimasto acceso ed intatto, in mezzo alla tenebra e alla tempesta.

Allora il Papa, la sola autorità superstite, perchè d'istituzione divina, dirà una grande parola che avrà la virtù di restaurare davvero ogni cosa in Cristo; e le Potenze dell' Inferno saranno fatte rientrare nell'abisso, e un nuovo periodo di pace riconforterà le genti.

Oppure questo formicaio umano, inferocito e impazzito, dovrà sparire prossimamente col pianeta che lo sostiene, in punizione d'aver fatto seccare l'Albero della Vita che avrebbe dovuto divinamente adombrarlo.

ANTENATI

— Io sono l'antenato di me stesso, dicono l'arrivista, l'arrivato e il pidocchio rivestito, e sono il figlio delle mie azioni.

Se tanto mi dà tanto immagino con spavento i nipoti di un simile antenato e se veramente costui fu generato dalle sue azioni saremo costretti, per ricostruire il suo albero genealogico, a spogliare accuratamente tutti i titoli e i paragrafi del Codice Penale.

ANTEO

Gigante dei tempi passati che ripigliava forza quando toccava la terra, sua madre. La sua fama è destinata a crescere perchè da parecchi secoli gli uomini, credendo di imitarlo, si voltolano nel fango, si accovano sulla terra e fanno grandi strippate di mota col resultato però di sentirsi sempre più deboli e più vigliacchi.

ANTESIGNANO

Ordinariamente è un animale politico che guida «le masse » alla conquista dell' Ideale. Le sue qualità son poche, ma buone: forti polmoni, bella voce, parola facile, penna scorrente. L'antesignano non importa che vada a ponente o a levante, a mezzogiorno o a tramontana; basta che impugni una bandiera anche metaforica (simbolo dell' Idea) e vada avanti. La moltitudine lo segue, come le pecore il montone, e se il montone si butta a capo fitto in un baratro, tutte le pecore gli vanno dietro.

Oltre all'antesignano politico, che è il più frequente e il più rumorosamente ma anche effimeramente famoso, c' è l'antesignano filosofico, scientifico e letterario.

Questo è l'antesignano che non urla nè sventola, ma scrive. Scrive; e i semi-analfabeti leggono, capiscono a metà, volgarizzano per gli analfabeti assoluti e tutti, alfabeti ed analfabeti, seguono « la nuova corrente del pensiero ».

Esempi:

Croce è l'antesignano, in Italia, del neo-idealismo.

Darwin fu l'antesignano mondiale dell' Evoluzione.

Notari fa l'antesignano meneghino della letteratura pornografica.

Tre antesignani che, osservati con l'occhio dell'Omo Salvatico, si rassomigliano molto più di quel che, a prima vista, non sembri.

ANTICAGLIE

Le Principali che si ostinano a vivere, sempre più rare anche oggi, sono:

Il segno della Croce.
La preghiera.
L'amore dello sposo.
La fedeltà dell'amico.
Il rispetto del figliolo.
I lumi a olio.
I vili pedoni.
Lo scritto a mano.
L'onestà del talento.

184

Il fuoco a legna.

Il pane casalingo.

La sincerità dei critici.

L'affezione dei servi.

La barca a vela.

La Quaresima.

Il vino fatto d'uva.

La verginità delle ragazze.

Il riso di cuore.

Le medicine fatte coll'erbe.

L'amore per gli alberi.

La corona dei Re.

ANTICHI E MODERNI

La disputa sul primato degli Antichi, e dei Moderni fu prima sollevata dal padre del conte di Culagna, Alessandro Tassoni, e in Francia vi prese gran parte il raccoglitore delle novelle della nonna, Carlo Perrault.

Oggi, mi sembra, la questione è decisa: i Moderni superano in tutto e per tutto gli Antichi. Gli Antichi badavano alla qualità e i Moderni alla quantità — gli Antichi creavano dei capolavori e i Moderni li commentano e li copiano — gli Antichi combattevano delle giornate intere lasciando pochissimi morti e i Moderni in pochi momenti posson ammazzare tutti gli abitanti di una città — gli Antichi credevano a Dio e i Moderni credono all' Io, ch' è più certo — gli Antichi volevano salire al cielo colle preghiere e i Moderni ci vanno più comodamente coll'aeroplano. Arrogi che gli Antichi non conoscevano nè il tabacco, nè la cocaina, nè la sifilide, nè l'automobile, nè la pistola a sei colpi — e la causa ci sembra irrecusabilmente vinta.

ANTICLERICALISMO

Gli anticlericali affermano che sono anticlericali perchè il clericalismo è nemico della vera religione. Dunque gli anticlericali sono gli amici della vera religione, cioè sono i veri religiosi, i genuini credenti e gli unici cristiani e da queste equazioni deriva che il vero cristianesimo consiste nel vilipendere il Papa, nel perseguitare i curati, nel bestemmiare Cristo e la Vergine e nel rifiutarsi a credere in Dio. ANTICRISTO

Nacque con Cristo e sparirà con la scomparsa dell'ultimo cristiano.

Quando avrà sconfitto il Cristianesimo, immediatamente sarà sconfitto. Così è stabilito, così sarà. Il trionfò finale di Cristo sarà preceduto dal trionfo mondiale dell'Anticristo.

La sua lotta col Divino Antagonista non è mai cessata; incominciò con la Passione; continuò, nei primi secoli, con le sètte filosofico-religiose; culminò con l'arianesimo; si riaccese sempre più vasta, con Maometto, con Lutero, con la Rivoluzione Francese, e infine, ai giorni nostri, col Bolscevismo.

Ma l'incarnazione suprema della Bestia non s'è vista ancora.

Però sembra già esser nell'aria il suo fiato.

I0 fermo due preti, tre preti, cento preti, mille preti; e domando loro se non avvertano qualche cosa che annunzi l'avvicinarsi degli Ultimi Tempi. Mi guardano; sorridono di compassione; credono che io sia pazzo.

Non ho bisogno d'altro; ho capito; essi sono stati anche troppo chiari:

Nella loro sordità, nella loro cecità, e nel loro stupido sorriso già s'avvera la profezia divina: « Veruntamen Filius hominis veniens, putas, inveniet fidem in terra ? »

ANTIDILUVIANI

I più antichi antidiluviani sono i due ospiti del Paradiso Terrestre. Ma, secondo la dottrina ufficiale dell' Inferno Terrestre, tutto quello che si racconta in genere degli antidiluviani è falso e, se fosse vero, sarebbe ridicolo. Infatti è da antidiluviani preferire la pace alla guerra, la sposa alla puttana, l'innocenza ai saturnali, l'acqua pura all'acquavite, il cavallo alla motocicletta e soprattutto la presenza d' Iddio alla presenza del serpente.

ANTIDOTO

Contravveleno.

Il veleno più antico, più subdolo, più tenace e più inestirpabile (ripete anche alla pietre il dott. Enteroclismi chej

« 이전계속 »