페이지 이미지
PDF

S C E N A VII.

Gregorio, Estella, e detto :

Gre. ( Ancor dentro. J Che cosa dite signor Alcade?.. Oh la vedremo!.. ( Uscendo. ) Siete voi il medico dei morti? Gas. Presso a poco. - Gre. E vero che non farete più resuscitare l'Alcade Gonzales? - Gas. È vero. Gre. Voi mancate alla vostra promessa: il pubblico vi crederà un ciarlatano. - Gas. ( Con tuono grave. Il pubblico mi crederà per quello che sono. – Risusciterò invece il sinor Geronimo. Gre. Ma quello era mio pro-zio ! Gas. Tanto meglio! Gre. Tanto peggio ! - A Est. Che animo cattivo è il tuo , Gregorio ! Gre. Anzi parlo per bontà d'animo. Egli era asmatico, podagroso, pieno di rumatismi. Quando morì, tutto il villaggio diceva : buon per lui, così ha finito di penare ! Sarebbe dunque una crudeltà richiamarlo dall'altro mondo ... Gas. In somma ?.. Gre. In somma procurate di risorgere un altro morto. Est. Ve lo indicherò io. ( Piano a Gas. J Gre. Mentre ho ereditate tre fattorie ... Gas. Dal signor Geronimo ? Gre. Certamente, e capite bene ... – Questi sono cinque dobloni d' oro. - - - Cas. Cinque dobloni per un prozio si ricco, padrone di tre fattorie ? 0 datemi subito venti dobloni, o li domanderò fra poco a lui medesimo. Gre. No, no... eccoli. Ma son poi sicuro?.. Gas. La mia parola d'onore, che il vostro pro-zio non risusciterà, -

Gre. Riposo alle sue ceneri ... ( ed alla mia ricchezza ! ) ( Parte. ) Gas. Eccomi a te bella creatura ... Sei forse la moglie di questo Gregorio ? - Est. No, ma la sua fidanzata. ( Mestamente. J Gas. Non sembra che lo sposi troppo di buona voglia! – Il tuo nome ? - Est. Estella. - Gas. E qual è il morto che mi proponi? Est. Il mio cugino Pedrillo. Gas. Il cugino Pedrillo ? Ma bisogna che tu m'informi un poco dei fatti suoi. Est. Ecco tutto. Noi fummo allevati insieme, ci amammo, e volevamo sposarci, ma i genitori miei si opposero, dicendo che non era partito che mi convenisse . . . Viveva allora un zio di Pedrillo, dovizioso mercante, ma egli era inasprito contro il nipote, per alcuni suoi errori giovanili, onde il povero cugino abbandonato da tutti, lasciò la patria, or son cinque anni, per tentar la sorte... ed invece morì sopra una terra straniera ! Gas. Non importa, io lo risusciterò: ma tu rispondi con precisione alle mie domande. Qualche terra ei possedeva o

Est. Qualche terra ? No, signore.

Gas. Ma contanti almen ne avea ?

Est. Ei contanti ! No, Dottore.

Gas. Dunque erede non lasciava
Nè diretto, nè indiretto ?

Est. Se fortuna mai non dava
Nulla in terra al poveretto!

Gas. Nè copriva qualche impiego?

MEst. Forse chiaro io non mi spiego. t Solo, afflitto, disprezzato

- Egli altrove mosse il pié.

Gas. ( Ah ! quest'uomo un disperato

Era quasi al par di me ! )

Est. Quel zio ricco avea soltanto... ,
Gas. Ricco, è vero, ricco ?
Est. E quanto ! »

Ma da lui, già tanto irato,
Fu il meschin diseredato.

Gas. Dimmi un poco; nel possesso
Del retaggio chi fu messo ? - - -

Pst. Io.

Gas. Tu

Est. Certo; e ne destino

La metà per mio cugino. Gas. ( Colpito. Come l.. E l'altra o Est. - » E l'altra, a voi Per mercede la darò. - Gas. ( Nobil core!.. ) E credi?., e vuoi?.. JEst. Accettate. Gas. Aibò, aibò. Est. ( Prendendo le mani di Gas. e covrendole di lagrime, In voi quest'alma confida e spera... Al cor vi scenda la mia preghiera; E se non basta quanto io posseggo, V” offro il mio sangue, la vita ancor... Se al mondo ei torna, s'io lo riveggo, - Morrò contenta... morrò d'amor... Gas. Che fai?.. che dici ?.. Mi sembri pazza!.. Ma via, sta ferma bella ragazza... ( Quegli occhi versano di pianto un rio!.. Che generoso, che fido amor! Ah ! che mi sento commosso anch'io l.. Tanta innocenza mi tocca il cor!.. ) – Est. Ah! crudel non rispondete? so Gas. lo crudel?.. ( fisso, ) Est. Si, si. Gas. Ti pare!.. - ( Sempre c. s. ) sta

SEst. La promessa fatta avete...
Manchereste ?
“Gas. Che mancare l..

( Se la tolgo dall'inganno
Questa muor d'apoplessia ! )

. Est. Corro dunque, e tutti udranno... “Gas. Che? ( Subito, e sgomentato. Est. Tornate a bilanciar?

Ma Dottor, la morte mia Voi bramate. ( Cacciandosi le mani fra capelli, e battendo disperatamente i piedi. Gas. (Con scoppio di pianto.)(... Io ch'ho da far?) Est (Facendo volgere Gas. dalla sua parte, eve dendo la sua commozione. J Ah ! voi siete intenerito !.. Sì, Pedrillo sia risorto... Lui sol voglio per marito, Lascio il vivo, e prendo il morto... Amor mio, mio ben, mia speme, Tornerai!.. vivremo insieme!.. Io non so che mondo è questo, Se deliro, se ragiono l... In me stessa più non sono l.. - Parmi, ah ! parmi di sognar! ( Con estremo trasporto di gioia, ed in atto di partire. ) Gas. Ei fanciulla ?.. ferma, senti... Non lo nego, io posso, è vero, Con la scienza oprar portenti Dar la vita a un cimitero: o Ma ... però ... cioè... rifletti ... ( Non ho scuse ! non ho detti ! Ah ! che i vivi a lei d'intorno Correrebbero a dozzina, E costei per mia rovina Vuole un morto richiamar ! )

27 ( Estella ripete i versi precedenti, ria parte frettolosa. ] - Gas. Estella?.. Estella? Aspetta ... non andare... – Corre come una lepre !.. Non c'è più rimedio !.. Maledetto Pedrillo !.. maledetto il momento che feci pubblicare quel bizzarro manifesto ! ( Mella massima disperazione si strappa la veste sfarzosa, la getta per terra e la calpesta: )

S C E N. A VIII.
Colantonio, e detto:

Col. ( Colmo di gioia, ed avendo un sacco sotto il braccio. ) Collega, collega gioisci meco !.. il merito alla fine è conosciuto ! la virtù è premiata ! In questo sacco vi sono millecinquecento reali! Gas. ( Vuoi star fresco tu pure ! ) Col. Pare che in questo paese non amino troppo gli antenati ! – Entrai nella casa d'un ricco mercante, che ha perduta la moglie, e vive in una tranquillità, sconosciuta per lui quando ella esisteva -. 'al solo nome della defunta è corso allo scrigno, e mi ha posto in mano trecento reali. Dopo mi sono imbattuto in due che si erano rimaritati... Figurati il loro spavento ! fu doppio guadagno ! Quì minaccio di rendere la vita ad un procuratore, e tutti i suoi clienti si levano in massa, dandomi una bella somma, perchè si lasci ove si trova. Annunzio colà il ritorno di un vecchio medico, e l'intero villaggio fa un guanto per non turbare il suo eterno riposo. – Ah ! la tua scoperta val più di quella di Cristoforo Colombo! Egli dovè correre sino ad un altro mondo a tentar fortuna, e noi la facciamo in questo! Gas. Il nostro vascello si è arrenato ! Mi son compromesso di resuscitare un certo Pedrillo, un povero diavolo, che non aveva nulla, ed in conseguenza non v'è un cane che si opponga...

« 이전계속 »