페이지 이미지
PDF
[ocr errors][merged small][merged small][merged small][merged small]

Ped.
Gas.

Ped.
Gas.

Ped.

Gas. Ped.

Fu vera la notizia?
'è dunque maritata ?
Moglie non è la perfida,
Soltanto è fidanzata...
Che ! che l
D'un tal Gregorio...
Gregorio I.. – Piano. – Ed ella ?..
Fortuna non deludermi,
Si chiama Estella?
Estella. (Affermando ),
E d'onde mai ?..
Rispondimi:
Non t'è cugina ?.
E vero.
Assente dalla patria
Non fosti ?.. -
Un lustro intero.

Non v'è, non v'è più dubbio !..
Tu sei...
Pedrillo.
Amico !..

( Frenetico di gioia lo stringe fortemente fra
le sue braccia. )
Gioisci... ridi... abbracciami...
Salta...
Ma !..
Salta, dico...
Sei ricco...
Ciel !..
Colei
T" ama, ti è fida...
Chi ?
( Con espressione d'incerto giubbilo. )
Ella... e sposarla dei...
Sposarla!.. Come l.. Io?..
Sì...

Ah villanzoni, ah! stolidi, o

Vedrete chi son io !.. ( Rimettendosi l'abito con sollecitudine, e disordine, e passeggiando su e giù, in aria di trionfo. ) Ped. Fia ver!.. non è delirio ? Mi è fido l'idol mio ?.. ( Correndogli appresso. J

Gas. Son medico ! son chimico !
Aed. Ma svela ... ma ti spiega...
( Sempre c. s. )

“Gas. Son fisico, ed astrologo!

Ped. L'amico te ne prega...

Gas. Son mago sapientissimo!
Incantator possente !

Ped. Un detto, un detto ah ! parlami...
Pietà d'un cor languente..

Gas. E che favello arabico ?

Avrai l'eredità. Ped. Estella?.. 'Gas. Te lo replico, Estella tua sarà. Ped. ( Subito, e nell'ebbrezza del piacere. Non può dirti il labbro mio Quanta gioia in me spargesti!.. Dal sepolcro tu mi desti!.. Tu la vita rendi a me ! Gas. Questo appunto far degg'io! T" ho risorto: lo dicesti... Se tu stesso lo contesti, Chi negarvi omai può fe? Entra in queste rovine... appiattati ... taci, ascolta, e mostrati quando sarà d'uopo. ( Spingendo Pe. drillo verso l'edifizio rovinato, ov' " si cela)

S C E N A X.
Colantonio, e detto. i

Col. ( Ancor dentro. ) Che maniera è la vostra i Ove sono i riguardi dovuti ad un professore della mia qualità? Gas. Colantonio ritorna ! tanto meglio! Col. ( Uscendo. ) Oh bella ! Passeggio fra quelle umide volte ad oggetto di salute: è questa un'ordinazione che mi son prescritta. Gas. Ebbene, collega? Col. ( A mezza voce. ] Siamo spacciati senza rimedio ! L'acquedotto era già munito di guardie, che presentandomi al petto le punte delle alabarde, mi hanno quì respinto. Che ne dici? ( Con estremo spavento. ) Gas. Che vuoi che io dica! Se non vogliono lasciarti andare, e tu rimani. ( Freddamente. J Col. Rimani ! m'impiccheranno ! Gas. Lascia fare: io ti resusciterò. Col. Resusciterai... Or la diceva grossa! (La campama suona il mezzogiorno. ) Gas. Ci siamo ! La campana suona il mezzogiorno. Col. Essa suona i nostri funerali !

[ocr errors]

-. Tufflador, Estella, Zerlina, Gregorio, Paesani, Guardie, e detti.

Tuf Popoli miei soggetti, eccoci tutti rinniti, per essere testimoni di questo portento dell'arte medica, o per castigare chi avesse ardito schernire (la nostra ragguardevole persona; tracotanza alla quale infliggerei l'estremo supplizio, e fors'anche una più severa punizione. Gas. Mi maraviglio ! Noi siamo pronti a mantenere pienamente il nostro impegno. Saprete già che si tratta di rendere alla vita il vostro compatriotta Pedrillo, morto... ( Volgendosi ad Est. ) Est. In battaglia. o Gas. Morto in battaglia. ( 7'ira innanzi la valigia. J Alcade sapientissimo, rispettabile pubblico, noi cominciamo la grande operazione: Attenti ! Gli altri, tranne Col. Attenti ! o Col. ( Io sto attento a fuggire. ) Gas. Stringetevi, stringetevi a noi d'intorno. Col. ( Disgraziato, per farci pigliare più presto ! ) Gas. E se fallisce l'esperimento, componete un rogo ardentissimo, sul quale sarem pronti a salire io, ed il mio scienziato compagno. Col. ( Parla almeno per te solo, impostore ! ) Gas. Silenzio, ed osservate. - ( Deserive col dito intorno a se un gran circolo, entro al quale finge imprimere segni - misteriosi. Est. (A tanto prodigio la mente ho rivolta... . Ho l'anima tutta nel guardo raccolta... Ah! sia la mia sorte decisa tra poco! Un gelo ed un foco = mi sento nel cor! ) Tuf Gre. Zer. Coro. , ( A tanto prodigio la mente ho rivolta... Ho l'anima tutta nel guardo raccolta... Non batto palpebra, il fiato riprendo, I moti sospendo = finanche del cor. ) Col. Ah ! d'esser già parmi sul rogo salito !.. Ah! d'esser mi sembra già mezzo arrostito!.. Ed egli nemmeno colore ha mutato l Oh ladro sfrontato ! = oh matto impostor! ) Gas. Prometeo valente, maggior d'ogni saggio, Che al sole rubasti un fervido raggio, Pel morto Pedrillo ti chiamo, t'invoco ; Quel vivido foco = gli spargi nel cor. – Collega eccellentissimo, La fiamma prodigiosa

Toccò Pedrillo? a muoversi

Comincia qualche cosa?
Col. ( Che faccia! )
Gas. Ebbene?
Col. Ah ! muovesi...
Gas. Forse una man ?
Col. Già, già.

( La man della giustizia: Che al rogo ci trarrà l ) Gas. Di Pietro Barliario La polvere incantata Su, dammi. Col. Ov'è? Gas. La scatola... ( Col. prende nella valigia la scatola, e gle la dà; egli sparge presso il centro del ciro colo, diversi pizzicotti della polvere contenuta in quella. Col. ( È pomice pestata! ) Gas. Il balsamo d'Atlante, Famoso negromante. ( Sporgendo la mano verso Col. ]

Col. Quel fiaschetto ?
Gas. Appunto.
Col. Eccolo. ( È vino spunto. )

( Gas. versa parte del liquore sulla circonferenza del cerchio. Gas. Vivi Pedrillo, piegati All'alto mio volere. ( In tuono solenne, e gettando sempre o polvere o liquore. Sorgi Pedrillo, arrenditi Al mio vital potere. – (c. s. ) Vieni Pedrillo; mostrati Pedrillo ormai.

« 이전계속 »